lucca – Foto-trappole contro l’abbandono dei rifiuti sul territorio

Arrivano le foto-trappole contro l’abbandono dei rifiuti sul territorio comunale. La Polizia Municipale, nucleo vigilanza ambientale, è stata infatti dotata di questi apparecchi di videosorveglianza che permettono di individuare più facilmente coloro che disperdono i rifiuti nell’ambiente.

“Nell’ambito della lotta all’abbandono dei rifiuti e in seguito alla formazione del nucleo degli ispettori ambientali – spiega l’assessore all’ambiente, Francesco Raspini – abbiamo deciso di procedere all’acquisto di queste speciali telecamere, funzionanti anche di notte, che verranno posizionate a rotazione sul territorio a partire dai luoghi maggiormente colpiti dal fenomeno. Continua quindi senza pietà la battaglia di civiltà contro questa pratica inaccettabile, che danneggia la cosa pubblica e quindi l’intera collettività. Chiedo anzi ai cittadini di continuare a mandarci segnalazioni, così da controllare, prevenire e sistemare ciò che non funziona”.

Le foto-trappole saranno impiegate sul territorio a partire dalla prossima settimana in modo da monitorare, nel rispetto della normativa sulla privacy in materia di videosorveglianza, i luoghi dove maggiormente sono stati riscontrati fenomeni di abbandoni. Questa violazione, se riferita a rifiuti non pericolosi, può comportare una multa di 600 euro. L’abbandono di rifiuti pericolosi o speciali, invece, è un reato di carattere penale.

Per indicare casi di rifiuti abbandonati, l’amministrazione comunale e Sistema Ambiente hanno creato il servizio “Ambiente sistemato”, che consente, con tre semplici passaggi, di inoltrare le proprie segnalazioni.

Questo il link: https://ambientesistemato.sistemaambientelucca.it/

Share