Lucca Film FestivalProgramma e ospiti del 2 ottobre 2022

Ultima giornata del Lucca Film Festival, domani domenica 2 ottobre: la consegna del Dante Alighieri Cinema Award al regista Peter Greenaway; il regista Luca Miniero presenta al pubblico la commedia Tutti a bordo; la regista Saskia Boddeke presenta il doc L’alfabeto di Peter Greenaway

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

E’ la giornata di Peter Greenaway, domani – domenica 2 ottobre 2022, decimo e ultimo giorno di proiezioni, incontri ed eventi del Lucca Film Festival, uno degli appuntamenti di punta del panorama culturale italiano, realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che si tiene – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.
Alle ore 15:00 all’Auditorium Fondazione B.D.M, l’Omaggio a Monica Vitti, il cui volto campeggia sul manifesto di questa edizione del festival, con la proiezione de La Tosca, diretto nel 1973 da Luigi Magni. Alle ore 15:30 al Cinema Centrale, proiezione fuori concorso della commedia Tutti a bordo diretta da Luca Miniero che sarà presente alla proiezione. Interpretato da Stefano Fresi, Giovanni Storti, Giulia Michelini e Carlo Buccirosso e distribuito nelle sale da Medusa, il film racconta di Juri – dieci anni – e i suoi amici, pronti a partire per una vacanza-studio dopo il lungo isolamento dovuto al lockdown. Si ritrova, inaspettatamente, ad accompagnarli insieme a suo padre, l’inaffidabile Claudio. Quando accade l’imprevisto: mentre i due adulti sono intenti a discutere, il treno dei bambini parte senza di loro. Iniziano così una corsa contro il tempo per arrivare alla meta prima di Juri e dei suoi compagni e senza che nessuno si accorga del loro monumentale errore… una storia che insegna quanto per essere bravi padri, bisogna essere anche un po’ bambini. Alle ore 17:00 all’Auditorium Fondazione B.D.M, la proiezione di Uccellacci e Uccellini, per l’Omaggio a Pier Paolo Pasolini che lo diresse, intepretato da Totò e Ninetto Davoli, nel 1966.
Alle ore 18:00 al Cinema Centrale la regista Saskia Boddeke presenta il suo documentarioL’alfabeto di Peter Greenaway.La vita è arte e l’arte è vita”. Questo il motto di Peter Greenaway, filmmaker fra i più eclettici del cinema contemporaneo. Partendo da questa premessa Saskia Boddeke, artista multimediale nonché moglie del regista, fa incursione nella mente del marito. La creatività di Greenaway è incorniciata in una conversazione con la figlia adolescente Pip. A seguire, alle ore 21:00 al Cinema Centrale la consegna del Dante Alighieri Cinema Award a Peter Greenaway. Il regista, sceneggiatore, montatore, pittore e scrittore gallese sarà protagonista di un incontro d’eccezione, coordinato da Cristina Puccinelli che verterà sul suo progetto di girare il suo prossimo film a Lucca. L’incontro sarà seguito dalla proiezione de “I misteri del giardino di Compton House”, anno 1972, restaurato e proiettato alla recente Mostra del Cinema di Venezia.
Dal 2013 sosteniamo come main sponsor il Lucca Film Festival sottolinea Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Luccache riteniamo sia uno degli eventi più importanti nel panorama culturale italiano. Un festival che è riuscito a mantenere la propria continuità adattandosi, rimodulandosi e cogliendo l’opportunità laddove altri avrebbero intravisto la sola difficoltà, anche durante e dopo la Pandemia. Da appassionato di cinema sono curioso di assistere a un concorso con pellicole importanti e di qualità, da presidente della Fondazione Cassa di Risparmio sono soddisfatto nel vedere il Lucca Film Festival, al pari di altre manifestazioni da noi sostenute, proseguire il suo percorso nello spirito di una ripartenza. Infine, come uomo e come persona, voglio ringraziare gli organizzatori per aver dedicato un premio speciale alla memoria di Marcello Petrozziello, un membro della famiglia della Fondazione che oggi purtroppo non c’è più”.
Investire sul festival del cinema oltre a confermare l’attenzione della banca alla culturadichiara Paolo Tacchi di Banca Generali Private, dal 2014 tra i sostenitori del festival – vuol dire oggi, dopo un periodo così travagliato, valorizzare il territorio che vogliamo torni a un boom di turismo interno in grado di far conoscere e creare indotto a luoghi belli come Lucca e dintorni. Un tassello importante per ripartire con il cinema, con la cultura, con il turismo e fin d’ora grazie agli spettatori che si godranno dal vivo la programmazione del festival”.
Con il Gruppo Pictet dal 2016 sosteniamo con entusiasmo il Lucca Film Festival dichiara Giambattista Chiarelli, Head of Institutional del gruppo bancario specializzato nella gestione dei patrimoni e di asset management – Solitamente vicini al mondo della fotografia, grazie al Lucca FF il gruppo allarga i propri orizzonti di sostegno abbracciando il cinema e sostenendo un asset fondamentale per lo sviluppo di una città e un territorio, quello di Lucca, che ci rende orgogliosi nel mondo. Pictet da anni è vicina alla Fondazione CR Lucca, la cui attività di sostegno alle iniziative culturali della provincia gioca un ruolo cruciale per il territorio. Siamo orgogliosi di affiancarla nel supporto al LFF”.
Per maggiori informazioni
 

Share