Lucca Comics & Games 2018 – Made in Italy Al vie le sette mostre di Palazzo Ducale che ci accompagnano al Festival
dal papà di Capitan Harlock al disegnatore di Batman, fino al geniale Lorenz che ha realizzato il poster “infinito” dell’edizione 2018 della manifestazione
Le Mostre: 13 ottobre-4 novembre 2018 Il Festival: 31 ottobre – 4 novembre 2018
Tutto pronto per il più importante evento crossmediale europeo, dedicato al mondo del fumetto, dell’immagine, del videogioco, della letteratura fantasy e del gioco da tavolo. E’ partito ufficialmente il conto alla rovescia versa l’edizione 2018 di Lucca Comics & Games, realizzato da Lucca Crea insieme al Comune di Lucca,nel centro storico della città toscana, dal 31 ottobre al 4 novembre, con il primo atto: l’inaugurazione delle mostre principali. Sette le esposizioni già visitabili a Lucca, che rendono omaggio ad altrettanti grandi maestri di tutto il mondo e ci accompagnano a scoprire nuove, a volte imprevedibili tendenze.
Il taglio del nastro delle mostre a Palazzo Ducale (Lucca – piazza Napoleone), alla presenza delle autorità cittadine è infatti il tradizionale primo atto della manifestazione. Nella prestigiosa sede affrescata, che fu la reggia della sorella di Napoleone, principessa di Lucca ai primi dell’800, ogni anno i grandi autori del fumetto, dell’illustrazione fantasy, per l’infanzia e della game art, diventano protagonisti di una serie di esposizioni “personali”, organizzate in un percorso espositivo, ad ingresso libero (dal 13 al 31 ottobre feriali 15/19, festivi ore 10/13 e 15/19; dal 1 al 4 novembre 9/19).
LEIJI MATSUMOTO – Sensei dallo spazio
Nessuno come Leiji Matsumoto ha incarnato i valori profondi del Giappone degli anni ’70, trasformandoli in narrazioni e personaggi che si sono impressi indelebilmente nell’immaginario collettivo, non solo nipponico Le lunghe saghe spaziali di Matsumoto sono in primo luogo dei racconti morali: la comunità ideale a bordo della “Corazzata Spaziale Yamato” (1975) riscatta con il suo spirito di sacrificio la sconfitta del Giappone nella Seconda Guerra Mondiale; l’apparentemente anarchico “Capitan Harlock” (1977) propone a sua volta, sulla sua astronave Arcadia, un modello di comunitarismo ideale contrapposto a una Terra in preda all’edonismo e al consumismo del boom economico; infine il romanzo di formazione “Galaxy Express 999” (ancora 1977) racconta il viaggio di un ragazzo che, guidato da una donna che gli fa da madre e da prima, irraggiungibile, amante, matura e trova finalmente il suo posto nel mondo. La mostra, si compone di  40 dei suoi originali scelti appositamente per i suoi fan italiani.
La metamorfosi e la scoperta. L’universo illustrato di BENJAMIN LACOMBE.
Classe 1982, è uno dei più apprezzati illustratori per ragazzi della nuova scuola francese. Ha esposto i suoi lavori nelle più importanti gallerie del mondo come L’Art de rien (Parigi), Dorothy Circus (Roma), Ad hoc art (New York), Maruzen (Tokio). A lui sarà dedicata una personale che raccoglierà le tavole originali di alcuni dei suoi più importanti e recenti lavori incentrati su grandi figure femminili come “Alice”, “Carmen”, “Frida” e un assaggio del nuovissimo lavoro, ancora inedito, “Il mago di Oz”. Si ringraziano per la collaborazione la Galerie Daniel Maghen e Rizzoli Ragazzi.
NEAL ADAMS – Il lato oscuro del fumetto.
Le pagine create da Neal Adams sono diventate fonte di ispirazione per più di una generazione di autori, i suoi “tagli” nel montaggio hanno fatto scuola, le trame adulte hanno riportato i supereroi a una dimensione realistica. Lucca Comics & Games è onorata nell’esporre una splendida selezione delle sue tavole. Neal Adams è uno dei grandi maestri dei comics made in U.S.A che ha disegnato le storie dei personaggi più iconici della DC Comics: “Deadman”, “Lanterna Verde”, “Freccia Verde” e soprattutto “Batman”. La cupezza delle storie legate all’eroe di Gotham sono diventate un segno distintivo delle sue storie. Con Denny O’ Neil ha realizzato l’indimenticabile incontro del secolo: “Superman contro Muhammad Ali”.
JUNJI ITŌ – La spirale della mente. L’inferno della carne
Junji Itō
rivela una cifra stilistica originale. Al  tratto scarno e caricaturale dei suoi predecessori nell’horror, contrappone un minuzioso, elegante ed efferato realismo grafico, reso brutalmente efficace dalle sue approfondite conoscenze medico-anatomiche. Così, se da un lato il suo body horror colpisce e intriga il pubblico, dall’altro Itō dissemina i suoi lavori di sottotesti – dall’introspezione psicopatologica, alla critica sociale –, riuscendo nella difficile impresa di essere pop e intellettuale allo stesso tempo. Sue tematiche principali sono i disturbi di percezione, le somatizzazioni ossessivo-compulsive, le paure ataviche, la fascinazione per l’autodistruzione, l’alienazione. Nello sviluppo del suo discorso artistico Itō pesca a piene mani da altre forme espressive come il cinema (Hitchcock, la fantascienza classica, i b-movie), la letteratura (Lovecraft, King), la pittura (Dorè, Escher, Bosch). Junji Itō sarà ospite a Lucca Comics & Games in collaborazione con Star Comics.
        JÉRÉMIE MOREAU – Movimento costante
Jérémie Moreau
è il giovane talento francese a cui il Festival ha deciso di dedicare una mostra personale; per la prima volta in Italia i lettori potranno ammirare da vicino le opere di un vero astro nascente della bande dessinée che in pochi anni ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il Premio Speciale della Giuria Gran Guinigi 2015 per “La scimmia di Hartlepool”. Sopraffino interprete visivo di scrittori d’oltralpe come Lupano e Donner, Moreau ha anche incarnato le vesti di autore unico regalandoci capolavori come “Max Winson” e “La saga di Grimr”. L’autore ha spesso lavorato come character designer nel mondo dell’animazione, dimostrandosii un artista eclettico. In questa mostra potremo ammirare una selezione di alcune delle sue tavole e dei suoi acquerelli più affascinanti.
        LRNZ – La visione rinascimentale di un artista contemporaneo
Lucca Comics & Games è onorata di ospitare nelle sale del Palazzo Ducale le opere di Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ. Dal collettivo dei Superamici a “Golem”, da “Astrogamma” a “Monolith”, senza tralasciare illustrazioni, copertine e il making del poster di Lucca Comics & Games 2018. Dotato di un segno riconoscibile e accattivante rimarrete stupiti dalla varietà delle opere esposte. Una full immersion all’interno del mondo distopico dell’autore romano.
        SARA COLAONE – Nel Segno di Leda
Nata a Pordenone, ma bolognese d’adozione, collabora attivamente con Kappa Edizioni realizzando storie brevi e graphic novel; ricordiamo “Ciao ciao bambina” e il pluripremiato “In Italia sono tutti maschi”. Realizza numerose illustrazioni e copertine per importanti Editori italiani ed esteri.  Grazie al suo tratto elegante ed evocativo immerge il lettore nelle atmosfere rarefatte delle sue storie.  Premiata a Lucca Comics & Games 2018 come Migliore Disegnatrice per “Leda”. Che solo amore e luce ha per confine”.

Share