LUCCA – Acqua potabile: divieto di uso improprio in alcune frazioni collinari

Per tutelare le riserve idriche durante il periodo estivo, l’amministrazione comunale ha emanato un’ordinanza che da oggi vieta l’uso e il consumo di acqua potabile per le attività non strettamente necessarie, ossia tutti gli usi diversi da quelli igienici e domestici. È vietato per esempio l’uso dell’acqua della rete per lavaggio auto, per annaffiare orti e giardini o riempire piscine nelle frazioni di Deccio di Brancoli, Tramonte, Ciciana, S. Pancrazio, Palmata, Ombreglio di Brancoli, S. Maria del Giudice, Arsina, S. Stefano di Moriano, S. Michele di Moriano, S. Lorenzo di Moriano e Mammoli.

 

Share