L’Opera delle Mura chiude entro la fine dell’anno: le funzioni saranno suddivise fra Comune e altre aziende partecipate

Il sindaco ha comunicato la decisione al cda

L’amministrazione comunale, nell’ambito di un’operazione più ampia di riorganizzazione della gestione dei propri beni ed eventi culturali, annuncia la chiusura dell’Opera delle Mura entro la fine del prossimo dicembre. La decisione è stata comunicata al consiglio di amministrazione dell’istituzione nel quale due consiglieri sono dimissionari determinando di fatto la decadenza dell’intero organo.

A questo punto l’amministrazione provvederà agli atti e ai passaggi necessari alla cessazione dell’istituzione. Le funzioni di manutenzione del monumento e del verde pubblico erano già passate dal marzo 2018 all’interno dell’amministrazione comunale. Il personale dell’Opera delle Mura rientrerà nella struttura comunale per la gestione dell’Orto Botanico e delle torri e per la parte relativa al controllo degli immobili e per le autorizzazioni necessarie alle attività svolte da terzi. La chiusura determinerà una semplificazione delle procedure amministrative (anche per i cittadini e gli organizzatori di eventi) e un risparmio in termini di risorse economiche per il Comune.

Le manifestazioni di giardinaggio Murabilia e Verdemura, prodotte dall’Opera delle Mura passano invece sotto la gestione della partecipata Lucca Crea srl. Nei programmi dell’amministrazione resta la riorganizzazione dei compiti dei settori e delle aziende partecipate destinati alla promozione e valorizzazione della cultura, del patrimonio monumentale e dei beni culturali detenuti dal Comune di Lucca.

L’Opera delle Mura ha svolto un ottimo lavoro nella sua storia quasi ventennale – affermano gli assessori alle società partecipate e alla cultura Giovanni Lemucchi e Stefano Ragghianti – tuttavia le restrizioni imposte dallo Stato agli enti controllati o partecipati dalle amministrazioni locali hanno negli anni notevolmente ridotto la snellezza iniziale di questo tipo di istituzione e reso difficile l’affidamento da parte del Comune di funzioni (come la gestione del verde pubblico) che potessero essere svolte internamente e direttamente all’amministrazione comunale stessa. Ringraziamo il presidente Alessandro Biancalana e gli altri consiglieri, per l’impegno offerto in questi anni e per il lavoro di studio svolto in questi mesi per migliorare la sicurezza delle mura che sarà alla base dei nuovi interventi concordati con la Soprintendenza”.

 

Share