LO SPETTACOLO “ATTACCHI” APRE IL CICLO  “TEATRO E MEMORIA” VENERDì 21 SETTEMBRE AD ARTE’

Tre storie del passato, tre vicende da ricordare e tramandare diventano protagoniste del palcoscenico. È questo il filo conduttore degli spettacoli del ciclo “Memoria e teatro” promossi dal Comune di Capannori nell’ambito de “La via della Memoria” che si svolgeranno ad Artè in via Carlo Piaggia. Primo appuntamento è venerdì 21 settembre alle ore 21 con “Attacchi” di Gianluca Greco e Silvio Impegnoso. L’ingresso è libero.

“Questi spettacoli teatrali si inseriscono in un percorso portato avanti da tempo dall’amministrazione comunale – spiega l’assessore alle politiche per la comunità, Francesco Cecchetti -. Per la costruzione di una società più consapevole è importante conoscere il nostro passato. Un passato ricco di valori che dobbiamo tramandare. Un passato fatto anche di storie come quelle che proponiamo in questo ciclo”.

Lo spettacolo di venerdì 21, “Attacchi” di Gian Luca Greco e Silvio Impegnoso con  Silvio Impegnoso è un monologo effervescente che si apre con la voce di un feto, quella immaginata da Ian Mc Ewan “nel guscio”, per finire post-mortem con le parole di una poetessa polacca premiata con il premio Nobel, da un aldilà di un primo giorno sulla Terra senza di noi. In meno di un’ora una spremuta di secoli, dal memorabile attacco della Genesi fino agli ultimi anni del Novecento, cerchiamo una verità segreta che si svela a pochi fortunati: i lettori, quelli che leggono per imparare, per dimenticarsi, per passare, per trapassare e per pesare il tempo, accompagnati in questo viaggio anche dai disegni originali di Fabio Ierardi.

Il secondo appuntamento è in programma giovedì 18 ottobre alle ore 21 con “Il sonno del mostro” della compagnia Bitquartett. Il terzo ed ultimo appuntamento è in programma giovedì 25 ottobre alle ore 21 con “Storia di una Repubblica” a cura di Teatri della Resistenza di Dario Focardi con musiche di David Gironimi con Dario Focardi (voce) e Davide Gironimi (fisarmonica).
Per informazioni: polo culturale Artémisia 0583936427.

Share