ll Commissariato di P. S. di Viareggio continua la sua attività di prevenzione e contrasto ai reati

Nel corso di questa settimana il Commissariato di P.S. di Viareggio ha continuato nella sua attività di prevenzione e contrasto ai reati, cono particolare riferimento a quelli di natura predatoria. Nell’ambito di tale attività tre cittadini italiani, L. M. classe 1995, L. G. classe 1966 e E. M. classe 1960, tutti residenti a Viareggio, sono stati indagati in stato di libertà da personale della Squadra Volanti per il reato di truffa.

Nella giornata

di ieri, personale della Squadra Volanti ha proceduto all’arresto di un cittadino moldavo, S. C. classe 1988, per furto e resistenza a p.u.

In particolare, l’uomo è stato rintracciato poco dopo aver commesso un furto all’interno di una farmacia in centro a Viareggio e, una volta raggiunto dagli operatori di polizia, ha tentato la fuga opponendosi attivamente al controllo e dimenandosi con forza.

A seguito di perquisizione all’interno dell’autovettura dell’uomo, inoltre, è stato rinvenuto un grosso quantitativo di sigarette provenienti dall’estero e presumibilmente destinate al mercato nero; merce che è stata posta sotto sequestro.

Nella mattinata odierna, a seguito dell’udienza di convalida dell’arresto, l’uomo è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla p. g. per la durata di sei mesi.

Sul versante del contrasto all’immigrazione clandestina, un cittadino extracomunitario di origine marocchina, F. M. classe 1989, in Italia senza fissa dimora è stato indagato in stato di libertà per il reato di danneggiamento e invasione di edificio; accertata, inoltre, la situazione di irregolarità sul territorio nazionale sono state avviate le procedure per la collocazione dell’uomo presso un CIE ai fini della sua espulsione.

Si aggiunge, infine, che nell’ambito di un programma di rafforzamento del controllo del territorio cittadino durante il periodo estivo, nella giornata di ieri è stato effettuato un servizio di controllo del territorio a Viareggio, al fine di contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, in particolare furti,; nonché al fine di monitorare le zone della movida notturna, sempre più spesso teatro di risse e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il servizio, che si è svolto con l’ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana” di Firenze, ha riguardato sia il territorio di Viareggio, con particolare riferimento alla Darsena, che quello della vicina frazione di Torre del Lago.

Nell’ambito di tale servizio e, nell’ottica di un piano di prevenzione volto ad allontanare dalla città quei soggetti dediti a traffici delittuosi e privi di legittimi motivi per rimanere sul territorio viareggino, sono stati eseguiti 2 fogli di via obbligatori con divieto di ritorno per la durata di tre anni dalla città di Viareggio e, per un terzo provvedimento è stato avviato l’iter procedurale che porterà nei prossimi giorni all’emissione di analogo divieto.

Share