L’INFLUSSO DELLA FAVOLA NELL’OPERA DI ENRICO PEA E GIOVANNINO GUARESCHI – I due autori al centro del IV Seminario Internazionale sulla Favola con esperti da tutto il mondo il 29 e 30 novembre a Seravezza

Docenti di Università italiane ed estere giovedì 29 e venerdì 30 novembre in Versilia per il quarto Seminario Internazionale di Studi sulla Favola. Un’edizione di altissimo profilo scientifico, centrata su due figure significative della letteratura italiana: Enrico Pea e Giovannino Guareschi. L’evento, promosso dal Centro Internazionale di Studi Europei “Sirio Giannini” (CISESG), si terrà alle Scuderie Granducali del Sito Unesco di Palazzo Mediceo, a Seravezza (Lu), sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Toscana del Comune di Seravezza e della Fondazione Terre Medicee.

Enrico Pea e Giovannino Guareschi sono autori dall’opera vasta e sfaccettata tra molti generi letterari. Di Pea si conoscono le ricerche sul patrimonio tradizionale di narrazioni della Versilia, mentre di Guareschi sono note le sfumature fantastiche ed umoristiche del ciclo di Don Camillo: gli studiosi riuniti a Seravezza amplieranno dunque la visuale sull’influsso della favola nella scrittura di questi due favolisti atipici, dei quali ricorre rispettivamente il sessantesimo e il cinquantesimo anniversario della morte.

Tra gli interventi previsti si segnalano quello di Giona Tuccini del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Città del Capo, curatore della bibliografia completa di Enrico Pea edita nel 2012 e di numerosi articoli sullo scrittore; quello di Gandolfo Cascio, studioso di Letteratura italiana contemporanea dell’Università di Utrecht; quello di Guido Conti, tra i massimi esperti dell’opera di Giovannino Guareschi. Accanto a loro, Daniela Marcheschi, direttore scientifico del Centro Studi “Sirio Giannini” e docente di Letteratura e Multi Culturalismo presso l’Università di Lisbona, che curerà la prolusione dedicata ad Enrico Pea; Caterina Arcangelo del Centro Internazionale di Studi sulle Letterature Europee di Torino; Alessandro Viti del Centro Studi “Sirio Giannini”; l’illustratore Giorgio Casamatti; Luca Saltini della Biblioteca Cantonale di Lugano. Un programma che si annuncia quindi ricco di approcci diversi e di nuove letture dei due autori.

L’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara riconosce la validità del Seminario per l’aggiornamento professionale degli insegnanti. I lavori si terranno sia il 29 che il 30 novembre in orario mattutino dalle 9:00 alle 13:00. In occasione del Seminario il foyer del teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza ospiterà una mostra documentaria sui due autori.

Il Seminario è patrocinato e sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, patrocinato dal Consiglio Regionale della Toscana, dai Comuni di Seravezza, Forte dei Marmi e Roccabianca, dall’Ufficio Scolastico IX di Lucca e Massa Carrara, dalla Fondazione Terre Medicee, dal Club dei 23-Archivio Guareschi, dal Festival Premio Emilio Lussu di Cagliari, dal Centro Internazionale di Studi sulle Letterature Europee di Torino, dalle Università “A. Avogadro” del Piemonte Orientale (Dipartimento di Studi Umanistici), di Cape Town (Sud Africa), di Utrecht (Paesi Bassi), di Lisbona (CLEPUL), ed è sostenuto dalla Banca di Credito Cooperativo Versilia, Lunigiana e Garfagnana.

DICHIARAZIONI

Chiara Tommasi, presidente Centro Internazionale di Studi Europei “Sirio Giannini”

«Dopo l’ottimo riscontro dell’edizione dedicata alla Favola nell’opera di Antonio Gramsci, il Seminario si focalizza quest’anno su due autori altrettanto significativi e con una produzione ricca di riferimenti favolistici. Un’occasione per inquadrare le loro opere sotto una luce nuova e, per noi del Centro, un primo appuntamento fra i molti che il prossimo anno dedicheremo in particolare a Pea. Continueremo volentieri a lavorare a Seravezza, città che ha dimostrato grande interesse per il nostro lavoro scientifico»

Riccardo Tarabella, sindaco del Comune di Seravezza

«La Città di Seravezza accresce di anno in anno la propria capacità attrattiva in ambito culturale grazie anche ad iniziative come il Seminario sulla Favola, che ospitiamo con piacere fin dalla sua prima edizione e che segna un nuovo passo – non l’unico e non l’ultimo – nel percorso di collaborazione tra Comune, Fondazione Terre Medicee e CISESG. Un tassello importante nel mosaico complessivo del nostro Distretto Culturale»

Giacomo Genovesi, assessore Promozione e Valorizzazione del Territorio del Comune di Seravezza

«Presenze qualificate da tutto il mondo certificano anche quest’anno l’eccellenza del Seminario sulla favola. Non nascondiamo fra l’altro il nostro orgoglio per il fatto che uno dei due autori oggetto di studio sia il seravezzino Enrico Pea. Rinnoviamo quindi il nostro plauso e il nostro sostegno al CISESG per l’ottimo lavoro che sta svolgendo nel mondo dell’alta cultura»

Share