LEGA:  a Viareggio ogni giorno un episodio di criminalità ma Del Ghingaro si oppone al Decreto Sicurezza


CHIEDEREMO SUBITO UN INCONTRO AL PREFETTO CHE SI INSEDIA FRA OGGI E DOMANI.

Non passa giorno che in città non vi siano episodi di furto, rapina, aggressione, danneggiamenti ai danni di cittadini ed attività commerciali e quanto accaduto al chiosco “Da Adriano” non è che l’ennesima vicenda che pressochè ogni giorno si legge sulle locandine dei giornali, in particolare nelle zone più sensibili come la pineta di ponente ancora una volta al centro dell’attenzione mediatica per fatti delittuosi.
Ma l’Amministrazione Comunale non pare molto interessata al problema, più concentrata nel sostenere l’opposizione al decreto sicurezza cara ad Enrico Rossi e nel vantare il proprio favore verso l’accoglienza che a prendere atto della gravità della situazione.
Così intervengono Massimiliano Baldini, Maria Domenica Pacchini, Alfredo Trinchese ed Alessandro Santini, Consiglieri Comunali della Lega.
Proprio il Sindaco Del Ghingaro, nel corso del vertice sulla sicurezza del febbraio scorso a Viareggio, voluto  dal Prefetto di Lucca a seguito dei plurimi episodi criminosi culminati proprio in pineta di ponente con il tentativo di omicidio ai danni dell’Agente della Polizia di Stato, minimizzò il problema come al solito e fu ripreso proprio dalla Dott.ssa Simonetti nel corso della conferenza stampa che fece seguito ai lavori.
La Lega, al contrario, è estremamente preoccupata perchè non ravvede nell’azione amministrativa locale alcun cambio di marcia in tema di sicurezza, con un Assessore al ramo impalpabile ed un Sindaco che si limita a scrivere post ideologici contro Matteo Salvini che invece ha fatto approvare provvedimenti di legge durissimi contro la delinquenza e la criminalità ed ha fornito risorse economiche in gran quantità da sfruttare sui territori.
A Viareggio e Torre del Lago, invece, il Comune ha difficoltà a realizzare anche soltanto un sistema di controllo diffuso dei quartieri e delle zone sensibili a mezzo di telecamere e vanifica ogni forma di concertazione con il territorio come dimostrato dal pessimo rapporto che ha con i rappresentanti delle categorie economiche – Confcommercio, Confesercenti, CNA, Confartigianato – puntualmente ignorati in ogni occasione che richiederebbe un dialogo, come ci risulta sia successo anche questa volta.
Fatto molto grave quest’ultimo perchè è solo facendo squadra con le tradizionali associazioni di categoria che si può pensare di rispondere con maggior efficacia a questa situazione e non certo con atteggiamenti ostili o divisivi.
Fra oggi e domani sappiamo che arriverà e si insedierà il nuovo Prefetto di Lucca – conclude il Gruppo Consiliare della Lega – e gli chiederemo immediatamente un incontro per segnalare ancora una volta, malgrado lo straordinario impegno e successo di tutte le nostre Forze dell’Ordine,  il deficit di sicurezza in cui vivono cittadini ed attività a Viareggio e Torre del Lago Puccini.

Share