LE VERDURE IN AGRODOLCE

 

22448143_1412889602143615_50443272383697694_n
se dico verdure in agrodolce significa che le verdure usate possono essere miste oppure di una sola qualità.
Questa ricetta me l’ha regalata un collega di lavoro che abitava nella zona di Santa Maria a Colle, nelle vicinanze del fiume Serchio e avendo una famiglia numerosa coltivava i campi, produceva molta verdura e ne metteva anche molta in vaso per l’inverno.
4 kg di verdure, 1 litro di aceto buono, 1 bicchiere d’olio, 1 litro di acqua, 1 bicchiere di zucchero, 1 bicchiere di sale fine, bollire le verdure mettendo quelle più dure a cuocere per prime e via via le altre fino ad un massimo di 10 minuti di cottura.
Invasare le verdure e condirle col liquido di cottura, lasciar riposare, mettere le gabbiette di plastica in maniera che stiano sotto il loro brodo, chiudere e conservare al fresco e al buio.
Si conservano per molto tempo, ma io direi di consumarle entro tre mesi e poi rifarne di nuove evitando così che le verdure si ammoscino. DI ezio lucchesi

Share