Le fonti rinnovabili sempre più presenti nel mercato dell’energia

di Claudio Vastano

Il centro studi britannico Sandbag e quello tedesco Agora Energiewende hanno recentemente pubblicato il dossier “Il settore energetico europeo nel 2018”, che fa un po’ il punto sulla situazione della produzione di elettricità a livello dei Paesi membri dell’Unione Europea.

Di grande interesse il dato secondo il quale le fonti di energie rinnovabili (dal solare all’eolico, e dalle biomasse al geotermico) hanno generato il 32,3% dell’elettricità consumata nelle nostre case e nelle nostre fabbriche. Si tratta di un incremento del 2,3% rispetto al 2017, che già si attestava su ottimi livelli (rispetto alle medie di altri Paesi).

Tale crescita è dovuta, in primo luogo, alla ripresa dell’idroelettrico e all’incremento che hanno visto settori come il fotovoltaico e il geotermico.

L’Italia, dal punto di vista della produzione di energia pulita, continua a dimostrarsi uno dei Paesi più virtuosi dell’UE (assieme a Germania e Svezia). Secondo il gestore della rete elettrica Terna, la media dell’energia prodotta da fonti rinnovabili -nel 2018- si è attestata attorno al 35%, con un incremento netto del 3% rispetto al 2017.

Share