Le donne nel 1200” convegno a Altopascio dei Cavalieri del Tau il 20 e 21 Febbraio 2016
Sabato 20 e domenica 21 febbraio, dalle 10 alle 17, si terrà presso la Sala dei Granai ad Altopascio il secondo appuntamento del ciclo di incontri incentrati sul Duecento, aperti a ricostruttori e rievocatori, promosso dall’Associazione di Promozione Sociale e Culturale Cavalieri del Tau insieme al Coordinamento Mille&Duecento, con il patrocinio del Comune di Altopascio.
Tema del workshop, intitolato “Tanto gentile e tanto onesta pare”, sono le acconciature femminili nel XIII secolo. Nel corso della due giorni i partecipanti acquisiranno nozioni teorico-pratiche sulle diverse tipologie rilevabili dalle fonti storiche e saranno in grado di realizzare le acconciature dei vari strati sociali.
La giornata del sabato sarà dedicata prevalentemente all’aspetto teorico: Andrea Guerzoni, presidente dei Cavalieri del Tau, illustrerà con l’ausilio di audiovisivi ciò che le fonti dell’epoca restituiscono delle principali acconciature; subito dopo Francesca Baldassarri, sarta storica e membro dell’associazione Gilda Historiae, mostrerà ai partecipanti come eseguire materialmente trecce, ghirlande, glympe, ecc. insegnando, passo dopo passo, i diversi sistemi mutuati da reperti e ricerche condotte in ambito europeo. Al termine, i presenti si cimenteranno direttamente con ago e filo sperimentando gli insegnamenti al fine di riuscire a ricreare la cosiddetta cuffia di Santa Brigida, forse uno dei copricapi femminili duecenteschi più elaborati.
La domenica sarà interamente dedicata al confezionamento di veli, bendelle, corone e sciugatoi.
Nei mesi a venire si terranno gli altri appuntamenti del ciclo di incontri, nel seguente ordine: taglio dei tessuti, realizzazione di ricami.
Il Presidente dell’APSeC ‘CAVALIERI DEL TAU’, Andrea Guerzoni, ci tiene a sottolineare l’importanza dell’iniziativa che, oltre a confermare la vitalità dell’associazione, impegnata da anni nel settore della promozione culturale a più livelli, ribadisce l’azione propositiva esercitata in ambito nazionale, che fa di Altopascio uno dei poli della rievocazione/ricostruzione storica duecentesca.

Share