Baldini post Ancona-Lucchese

Le dichiarazioni del tecnico a fine partita

Mister Baldini in conferenza stampa:

«Quando ho deciso di tornare sapevo perfettamente che avremmo affrontato una squadra forte come l’Ancona, ma avevo voglia di tornare e ricominciare e non ho voluto prendere in considerazione il pensiero che ci aspettava una partita tosta.

Non mi sono piaciuti i primi venti minuti dei ragazzi, ma credo che quando si cambiano gli allenatori sia un fallimento anche per i giocatori e che il loro morale ne risenta. Ho provato a risollevare l’entusiasmo in questi giorni a Coverciano e penso di esserci anche in parte riuscito.

In avvio non abbiamo fatto quello che avevo chiesto, poi ho visto una squadra viva e determinata che ha provato a raddrizzare il risultato.

Quello che mi ha spinto ad accettare di tornare sulla panchina della Lucchese è la mia professionalità e il fatto che credo in questi ragazzi.

Nei mesi in cui li ho allenati ho avuto modo di conoscerli e nonostante le difficoltà e l’inesperienza dei tanti giovani provenienti dalla serie D, so che sono ragazzi disposti a dare tutto.

Ho cambiato in corsa in difesa inserendo Palomeque – che mi ha detto ieri di non avere ancora più di sessanta minuti di autonomia – per Lorenzini che era un po’ in difficoltà.

Ho fatto esordire Bragadin perché eravamo senza Fanucchi che ha la febbre alta e senza Bianconi che è stato espulso…Credo che non ci sia stato concesso un rigore netto.

Abbiamo creato azioni da gol e una partita che poteva finire 1-1 ci vede invece andare a casa con 3 gol subiti.

Cosa manca a questa squadra? Il risultato e la possibilità di respirare. Sono ragaazzi fin troppo vogliosi di far bene che non sempre convivono bene con la pressione di indossare una maglia così importante come quella della Lucchese».

Share