LE ARANCINE, SICILIANE UNA COSA STUPENDA

 

non è certamente una ricetta lucchese, bensi siciliana, ma stà bene nel nostro gruppo perché è una delle cose più buone che si possano cucinare, in Sicilia si mangia molto bene, non c’è piatto che non sia superlativo, oltre le arancine la pasta alla Norma, pasta con pistacchi e mille altre cose.
Io ho provato a rifare le ricette ma non sono uguali, le dobbiamo mangiare sul posto, ma proviamoci faremo comunque qualcosa di buono.

Preparare un ragù con sedano,carota,cipolla aggiungere la carne trita sfumare con vino rosso,i piselli un cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in una tazza di acqua calda.sale e pepe e portare a cottura facendo restringere bene Fate lessare il riso in un litro di acqua bollente salata,,e una bustina di zafferano cuocendolo a fuoco moderato per 15 minuti e mescolando continuamente, fino a quando avrà assorbito tutta l’acqua.

Toglietelo dal fuoco e incorporatevi 2 uova sbattute, il burro e il parmigiano grattugiato mescolando bene per ottenere un composto omogeneo; quindi fatelo raffreddare.

Bagnatevi leggermente le mani, quindi prendete un poco del composto di riso, appiattitelo sul palmo della mano, deponete al centro una cucchiaiata di ragù e un pezzettino di formaggio primo sale,ma va bene anche la mozzarella richiudetelo con altro riso, ottenendo una pallina poco più grande di una pallina da tennis.

Preparate in questo modo tutti gli arancini, quindi passateli nelle restanti uova sbattute e poi nel pangrattato. Friggeteli in olio bollente, scolateli su carta assorbente da cucina così che perdano l’unto in eccesso e serviteli subito.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share