Le antiche tradizioni: il “Giorno di Santa Croce”.

 

Il 3 maggio,“Giorno della Santa Croce”, è tradizione di mettere a protezione dei raccolti, nei campi coltivati, una croce sulla quale vengono posti dei ramoscelli di ulivo benedetti ,conservati dalla Domenica delle Palme.
Il “rito” religioso è legato alle manifestazioni di festa per la restituzione della Santa Croce di Gesù, restituita nel 628 d.C. all’imperatore Eraclio da parte dei Persiani.
Anche se questa Festa ormai da tempo è stata imposta il 14 settembre (Esaltazione della Santa Croce – Festa dedicata al Santissimo Crocifisso), per il “popolo” il giorno di Santa Croce è rimasto il 3 Maggio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


La collocazione del 3 maggio, momento cruciale per la crescita dei raccolti, diede alla ricorrenza un significato particolare in cui si fondeva celebrazione cristiana e ritualità pagana. Secondo l’antica usanza, il contadino, già all’alba, a digiuno, confeziona la croce con il rametto d’ulivo benedetto e la pianta in mezzo ai campi di grano e nelle vigne.

Share