L’Associazione Culturale “Cibart”QUARRY ART

che da qualche anno a questa parte sta
contribuendo, con un festival annuale, a rendere alla Città di Seravezza
quella dignità che merita, dal punto di vista storico-artistico, grazie anche
alla preziosa e fattiva collaborazione con il Comune di Seravezza e la Pro
Loco, è lieta di annunciare che, a breve, prenderà il via il ciclo di eventi
previsti per quest’anno.
“L’unicità di questa edizione – spiegano il Presidente Matteo Marchetti e il
Segretario Stefano Alessandrini – la dobbiamo al fatto che corre il
Cinquecentenario della venuta di Michelangelo Buonarroti, genio della
scultura, nel suggestivo paesaggio della Versilia Storica e non esiste al
mondo occasione migliore che faccia da prestigiosa cornice a quella che si
potrebbe ormai definire, una delle manifestazioni più attese sul calendario
estivo, durante la quale si viene letteralmente rapiti dall’arte, in ogni sua
dinamica e forma”. A condurci in questa affascinante esperienza, uno degli
studiosi più accreditati, per quanto riguarda la storia legata a questi
incantevoli luoghi, e autore di numerose pubblicazioni scientifiche, che
saprà ben rendere allo spettatore l’innata vocazione artistica che questo
territorio reclama fin dalle sue origini”.
Due gli appuntamenti cardine che caratterizzeranno questa ricca e
singolare stagione. Il primo, nel mese di giugno, si terrà presso la Pieve di
San Martino, in località La Cappella, famosa per il suo rosone conosciuto
dai turisti come l’Occhio di Michelangelo, che conferisce al luogo un forte
valore simbolico (la tradizione lo vuole disegnato dallo stesso scultore ma,
nella realtà, è uscito dallo scalpello di Donato Benti, scultore anche lui
nonché uomo di fiducia del Buonarroti). La Cappella è una terrazza
panoramica, naturale sulla Versilia, dove si fondono meditabondi scorci di
rara bellezza, incastonati tra il mare e le Apuane. L’evento, intitolato
“Omaggio a Michelangelo”, sarà contraddistinto dalla magica
commistione tra arte, cibo e musica e inaugurerà un’esposizione, alla quale
prenderanno parte molti artisti di fama internazionale, che resterà visibile
per tutta la durata della stagione estiva. Il secondo evento, non certo per
importanza, si svolgerà sempre presso la Pieve di San Martino, a La
Cappella, ma stavolta verrà allestito nella vecchia cava adiacente al parco,
dal 16 al 30 luglio, ed ospiterà studenti ed insegnanti dell’Accademia delle
Belle Arti più grande del mondo, provenienti addirittura da un altro
continente. Le opere eseguite durante il Simposio, verranno esposte al

Festival Cibart, il 27 – 28 – 29 luglio, a Seravezza, manifestazione di
respiro internazionale che, di anno in anno, sta meritatamente
guadagnandosi un posto nell’Olimpo.
“Ma le novità di questa edizione sono davvero ancora molte – prosegue
Stefano Alessandrini – e, al momento, non vogliamo fare troppe
anticipazioni, rivelo soltanto che la data più vicina, da tenere bene a mente,
è quella del 24 marzo, giorno in cui non solo si avrà l’apertura della
stagione ma anche l’inaugurazione della sede dell’Associazione, in via del
Palazzo, a Seravezza, nella quale verrà allestita una Galleria, l’ Art-
Garage, con lo scopo di presentare al pubblico un’inedita forma di
espressione artistica, la Quarry-Art, a cura di Cibart-Design,”, infine,
ad aprile, presenteremo il nuovo catalogo del Festival Cibart, edizione
2017, e il programma dettagliato di tutti gli eventi per l’edizione 2018”.
Stay tuned!

Share