L’ASSESSORE AL LAVORO DEL COMUNE DI PORCARI INDICE UN INCONTRO IN MERITO ALLA VICENDA SNAI

Lunedì 31 alle ore 18.00 è convocato presso il Comune di porcari un incontro per fare il punto sulla vertenza SNAI.

Sono stati invitati: i capigruppo consiliari del Comune di Porcari assieme al Presidente del Consiglio Comunale; il Presidente della Provincia; i parlamentari ed i consiglieri Regionali eletti nel territorio; i Sindaci dei Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo e Villa Basilica nonché i rappresentanti sindacali lcali e nazionali dei lavoratori della SNAI.

Ho inteso convocare questi soggetti – afferma l’assessore al lavoro Leonardo Fornaciari – alla luce degli ultimi sviluppi della complicata trattativa fra la società SNAI ed i lavoratori. Il nostro territorio ha vissuto negli anni passati altre vertenze che sono state ricondotte a risultati accettabili grazie alla sinergia ed alla comunicazione costante di tutti i soggetti in campo, Enti compresi.

Appare chiaro che l’ultima vicenda dello spostamento a Milano della sede legale senza il minimo coinvolgimento, nemmeno informativo, di rappresentanti di lavoratori ed Enti aumenta ancora di più le nostre preoccupazioni.”

Ricordo – prosegue l’assessore – che ci troviamo di fronte all’azienda con il più alto numero di occupati del paese e con una altissima percentuale di occupazione femminile e che questo territorio ha consolidato nel tempo una prassi ed una tradizione nel condurre le trattative che non sono state prese in minima considerazione da parte del gruppo dirigente di SNAI. Comportamento questo per noi inaccettabile e che dimostra scarso rispetto non solo verso i soggetti coinvolti ma anche per l’intera comunità.”

Ho ritenuto quindi importante – conclude Fornaciari – coinvolgere i soggetti sovracomunali visto l’approssimarsi di nuove date importanti per il proseguo della trattativa. Sia chiaro che ciascuno per il proprio ruolo dovrà assumersi degli impegni e delle responsabilità affinché questa delicata vicenda non lasci sul territorio segni indelebili.”

Share