L’amministrazione Menesini conferma il suolo pubblico gratuito per tutto il 2022 alle attività di somministrazione e agli ambulanti

L’amministrazione Menesini conferma la concessione del suolo pubblico gratuito per tutto il 2022 per le attività di somministrazione, le attività commerciali del territorio e gli ambulanti, nonostante il Governo con la cessazione dello stato di emergenza non abbia prorogato l’esenzione oltre il 31 marzo. Una decisione presa considerando il momento ancora difficile  che ancora stanno vivendo le attività commerciali a causa della pandemia. Fino al 31 dicembre 2022, ristoranti, bar, pasticcerie, gelaterie ed altre attività che somministrano cibi e bevande, attività commerciali,  e gli ambulanti dei mercati potranno quindi usufruire di spazi all’aperto dove svolgere la propria attività senza dover versare alcun canone  al Comune.  Sarà gratuito anche ulteriore suolo pubblico richiesto per il quale dovrà essere fatta domanda al Comune.

“La nostra amministrazione ha concesso agevolazioni per il suolo pubblico a queste attività a partire dal 2020, fase iniziale dell’emergenza  sanitaria, fissando la scadenza dell’aiuto economico al 31 marzo 2022, ma la fine dell’emergenza sanitaria non significa automaticamente che le attività commerciali non debbano affrontare ancora difficoltà economiche dovute alle conseguenze della pandemia, a cui peraltro  si aggiungono i forti rincari delle utenze, in particolare energia elettrica e riscaldamento, e per questo crediamo sia necessario sostenerle anche nei prossimi mesi – spiega l’assessore al commercio Serena Frediani -.  Di qui la scelta di concedere fino alla fine del 2022 l’esenzione del suolo pubblico per gli esercizi pubblici, tutte le attività di somministrazione di cibi e bevande e gli ambulanti dei mercati recependo anche le richieste delle associazioni di categoria. Una misura  molto importante  per sostenere con azioni concrete gli esercizi del territorio che soprattutto con l’arrivo della bella stagione hanno  la possibilità  di utilizzare gratuitamente spazi all’aperto per colazioni, pranzi e cene anche come valore aggiunto alla loro attività ed anche di chiedere ulteriori  spazi gratuiti purché  consoni al regolamento. Siamo stati al fianco delle attività commerciali fin dall’inizio della pandemia e continueremo ad esserlo fino a quando sarà necessario. Nel frattempo stiamo lavorando in collaborazione con le associazioni di categoria per il potenziamento di fiere e mercati straordinari sul territorio quale ulteriore azione di sostegno al settore”.

Share