Spazi per le associazioni sportive, Gigli fa appello alle palestre private dei comuni vicini
L’amministrazione dichiara impegno massimo per risolvere il problema del Galaxy Baskin
“Continueremo a lavorare per arrivare a una soluzione che valorizzi il crescente impegno dell’associazione Galaxy Baskin Porcari. Purtroppo la carenza di spazi per le attività sportive è un problema contingente, condizionato dalla pandemia, che va oltre il nostro territorio: prima e dopo ogni allenamento, infatti, è necessario sanificare gli ambienti e quello è tempo che riduce la disponibilità oraria degli spazi”.
A spiegarlo è Alessio Gigli, consigliere comunale di Porcari con delega allo sport, che torna sulla questione per lanciare un grido di allarme trasversale: “Gli spazi comunali, purtroppo, sono esauriti. Ricordo che da due anni non sono più disponibili le palestre scolastiche, divenute ora aule per la didattica. È per questo che tutte le associazioni sportive che frequentano il palazzetto provinciale si sono dovute appoggiare, lo scorso anno e questo, anche a spazi privati per continuare a svolgere il loro fondamentale ruolo per la crescita, fisica, educativa e relazionale, di bambini, adolescenti e ragazzi”.
Secondo Alessio Gigli l’unica via di uscita è fare appello ai soggetti privati che dispongono di palestre con alcune finestre orarie ancora libere affinché manifestino la loro disponibilità a ospitare, dietro convenzione, il Galaxy Baskin Porcari e le altre associazioni sportive dilettantistiche che si trovano nella stessa condizione: “Insieme al sindaco Fornaciari – aggiunge Gigli – ci siamo attivati e abbiamo guardato anche oltre i confini comunali, rendendoci conto in modo diretto che la riduzione degli spazi per via del Covid-19 è un problema che ha toccato tutti i territori a noi vicini. Ma l’unione fa la forza e per arrivare all’obiettivo è necessario aprirsi a possibilità diverse, perché a farne le spese non siano le persone che amano lo sport”.
“Purtroppo, per un mero errore materiale – conclude Gigli – dall’orario stampato e affisso al Palacavanis sembrava che ci fosse una disponibilità e il Galaxy Baskin Porcari ne ha fatto richiesta il 31 dicembre. Ci dispiace che questa svista abbia creato false aspettative: quello spazio, infatti, non c’è. Come già detto nei molti incontri passati con l’associazione, continueremo a impegnarci per risolvere questa criticità”.

Share