Abbiamo notato che spesso e volentieri l’Amministrazione di Pietrasanta si ostina a scaricare la responsabilità delle misure anticrisi solo ed esclusivamente a Regione e Governo.

In realtà anche l’amministrazione comunale può fare molto e basta vedere quello che stanno facendo altri comuni limitrofi o di altre zone di Italia. Servono però competenze e volontà politica.

In un momento così critico e di difficile soluzione come quello che stiamo vivendo, è apparso subito chiaro che il reperimento di fondi per garantire aiuti diretti, oppure indiretti, dovrà essere il fulcro della futura azione amministrativa.

Una strada secondo noi percorribile e che chiediamo all’amministrazione di Pietrasanta di intraprendere con decisione, potrebbe essere quella di concertare con società partecipate (ad esempio Ersu S.p.A.), di riversare l’utile prodotto già quest’anno, sul territorio in quota parte per i comuni di competenza.

Questo utile, o una sua parte, potrebbe andare a costituire un fondo da utilizzare tramite bando pubblico o comunque da dedicare a quelle azioni di aiuti diretti od indiretti già da noi evidenziate nelle nostre proposte.

Altra questione non meno importante riguarda le ricadute lavorative su lavoratori impiegati dall’amministrazione o riconducibili alle società In-House del Comune.

Ad oggi abbiamo borse lavoro sospese, e non è chiaro se verranno ripristinate, alcuni dipendenti della Versiliana in cassa integrazione con stipendio ridotto, ausiliari del traffico che non sono stati riconfermati, i dipendenti della Pietrasanta Sviluppo dedicati alle mense, con le scuole chiuse, sono in parte cassa integrazione con l’azienda che ha anticipato gli stipendi. Alcune di queste, essendo assunte per poche ore settimanali, hanno stipendi che non permettono neppure di fare la spesa per due settimane.

Senza contare quanto la stagionalità di tali impieghi incida in maniera tragica in questo periodo di incertezza.

A nostro avviso è necessario che la Giunta prenda decisioni e intervenga: senza appesantire troppo il bilancio della Pietrasanta Sviluppo che come tutte le aziende risentirà non poco della crisi del momento, potrebbero essere individuate nuove attività da appaltare alla società partecipata in modo da poter far lavorare a pieno regime tutti i dipendenti e gli stagionali con benefici sul territorio per il lavoro svolto.

Servono rapidamente delle risposte pratiche e che permetta alle società partecipate direttamente dall’Amministrazione Comunale di tornare a lavorare, rivedendo anche il proprio campo d’azione, per garantire i propri lavoratori ed allo stesso tempo non diventare un “peso” futuro per il bilancio comunale.

PARTITO DEMOCRATICO DI PIETRASANTA 

Share