LA ZUPPA CONTADINA D’INVERNO

I, campagna d’inverno si cucinava quello che c’era, si faceva un giro nell’orto e in dispensa e col poco o tanto che c’era si cucinava una zuppa saporita e nutriente per affrontare poi la giornata di lavoro che era sempre un lavoro pesante ed aveva bisogno di calorie.
Per questa zuppa molto saporita ci vorranno un chilo di patate, due cavoli, 300 g di fagioli secchi ammollati, una cipolla, mezzo bicchiere di olio d’oliva, 50 g di lardo, un peperoncino, sale.
Lessate separatamente i fagioli ammollati, le patate e i cavoli, in acqua salata, fate rosolare la cipolla tagliata sottile nell’olio e nel lardo a sua volta tagliato a fettine sottilissime,e, quindi versate i fagioli appena cotti e le patate sbucciate e tagliate a pezzi grossi, i cavoli tagliati a fette.
Fate rosolare il tutto alcuni minuti, aggiungete il peperoncino, cuocete aggiungendo acqua, salate e servite con fette di pane abbrustolito.

Il pane opportunamente passato in forno o sulle braci, messo in un grosso recipiente può essere irrorato d’olio evo ma anche da cacio pecorino molto stagionato e grattugiato e anche da entrambi.
Il pane sarà ben inzuppato prima di servire, può essere messo a strati alternato con le verdure, facendo assorbire il brodo prima di fare il secondo strato, è buona calda, è ottima un pò sfumata di calore.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share