A parte qualche discutibile servizio televisivo, come quello del TG2, dal quale filtra un quadro pessimo e assolutamente non aderente alla realtà, della Versilia, in particolare di quella storica, un luogo, a dir poco, meraviglioso, dobbiamo tristemente ammettere che le presenze turistiche di qualche anno fa, non ci sono più. Ad inizio stagione si fa fatica a vedere le spiagge piene, si riduce tutto al turismo mordi e fuggi, nei fine settimana. Poi, ad agosto, ti aspetti di trovarti in difficoltà dalle prenotazioni e, invece, tutto si riduce anche durante il mese più gettonato per le vacanze.

Cosa succede in Versilia?

Forse con la perdita degli APT, le aziende di promozione turistica chiuse dalla Regione, il territorio ha smesso di essere promosso,  in maniera corretta, in Italia e nel mondo. Un territorio che ha fatto la storia del turismo d`élite e che vanta il fatto di essere mèta di personaggi famosi. Oggi ci sono i super ricchi russi, ahimé troppo pochi, anche se i grandi investitori non sono solo russi ma, da poco, anche cinesi.

La Versilia è una perla che madre natura ha incastonato tra altrettanti tesori, le Alpi Apuane. Se questo meraviglioso luogo pecca, lo fa in originalità ed unicità del suo territorio, si tratta di un lembo di terra che congiunge mare e montagna, arte e storia, buon cibo e buon vino. Ma una sofferenza c´è, inutile negare, e se dobbiamo individuarla, potremmo dire che manca, paradossalmente, quel ceto medio, soprattutto quello che proveniva delle grandi città vicine, che magari affittava casa per la stagione, o almeno per il mese di agosto, oppure soggiornava comodamente negli hotel. Probabilmente è così che si spiega il fatto che molti preferiscono settembre per le vacanze, magari per spendere meno. Inoltre nei siti di prenotazione on line, si trovano offerte e last minute, cosa che in passato non avrebbe mai potuto verificarsi.

 

Share