wolf-62898_1920

San Pellegrinetto, Gorfigliano, Rontano, Alpe di Sant’Antonio, Capanne di Careggine: alle pendici delle Alpi Apuane e dell’Appennino la pura del lupo si sente, soprattutto dopo gli ultimi avvistamenti. Il lupo è tornato, dopo quasi un secolo di assenza, in Garfagnana e nella Valle del Serchio.

Il lupo impaurisce ma allo stesso tempo incuriosisce. Per questo motivo l’amministrazione comunale di Fabbriche di Vergemoli ha avviato un progetto di sviluppo turistico legato a questa specie: un percorso escursionistico incentrato sul lupo. Nel 2015 sono state stanziate, infatti, alcune risorse ed è stato affidato un incarico per la realizzazione del Sentiero del Lupo e di una mostra permanente sull’animale, da allestire a San Luigi.

“Si cercherà così, da un lato, di divulgare una corretta e civile “convivenza” con il carnivoro, tramite un’azione diretta e indiretta di educazione e informazione sulla sua presenza; dall’altro di utilizzare questa risorsa faunistica per esaltare le peculiarità uniche della natura e della storia di queste valli, tramite la sentieristica e la tematizzazione di percorsi che potranno sia richiamare un turismo naturalistico che rinforzare il legame degli abitanti della valle con il proprio territorio” – afferma il sindaco Michele Giannini.

Nel concreto verrà predisposto un vero e proprio laboratorio all’aperto con cartellonistica, materiale informativo, e un’aula didattica a tema che potrà essere utilizzata anche dalle scuole del territorio durante le gite di formazione.

L’amministrazione comunale sottolinea che non intende, comunque, sottovalutare il problema che la presenza di questa specie animale può recare all’agricoltura. È stato creato, infatti, un fondo per quegli agricoltori che dovessero vedere le proprie coltivazioni danneggiate a causa del lupo.

Share