La tappa del Cammino di San Bartolomeo, Vico Pancellorum – Pieve di Controne passa interamente su antiche viabilità / mulattiere all’interno del Comune di Bagni di Lucca . A livello storico-culturale e naturalistico è veramente molto importante e notevolmente affascinante.

 

Grazie a questo progetto che la Pro Loco Bagni di Lucca ha portato avanti con determinazione, con il contributo di alcuni membri del gruppo Trekking Pegaso e quello fondamentale dei componenti del Cammino di San Bartolomeo composto da elementi di molte associazioni, sono state riscoperte e pulite antiche viabilità di ipotizzabile epoca medievale alcune tenute benissimo con un notevole selciato.per lo più intatto.

 

 


Il culto di San Bartolomeo,il santo scuoiato vivo fu molto importante durante il periodo Longobardo, che aveva in toscan come capitale Lucca. La sua presenza nella valle è visibile e notevole.
La tappa tocca al momento 8 frazioni ( Pieve di Controne, San Gemignano, Vetteglia, San Cassiano, Palleggio, Cocciglia, Limano e Vico Pancellorum) e va da Pieve a Pieve.
La Pieve di Controne /Pieve di Santo Stefano dei Bargi è citata già nel 884. Caratteristica la sua doppia facciata. Qui troviamo un bel dipinto ed un affresco di San Bartolomeo. Degna di nota la bella acqua santiera.

 

 

 


La Pieve di Vico , Pieve S.Paolo è riportata in alcune pergamene nel 873. La facciata è a doppio spiovente con rosone a croce. L’architrave del portale principale presenta Interessantimotivi simbolici in cui si sono sbizzarriti diversi esperti .L’interno è tripartito con colonne di pietra di cui quattro con capitelli , interessanti i motivi geometrici e zoomorfi. Ha conservato l’impianto originale a tre absidi.

 

 

 


Nella bella mulattiera che scende da Vico ( ripulita dall’ associazione paesana) troviamo un piccolo oratorio con un dipinto raffigurante una S.Anna nera. Molto interessante il luogo dove è costruita, proprio davanti ad un altare naturale dove vediamo un bel pezzo di Valle e Monte Memoriante.

 


Scendendo sulla Coccia , possiamo ammirare il vecchio Mulino che serviva alle comunitá di Vico e Limano.
Arrivati a Limano da notare i moltissimi “giochi antichi” incisi sulle pietre, tris, lupo e le pecore etc.

 

 


Fantastico lo scenario che troviamo passando Limano e scendendo verso Cocciglia con le strette viste dall’alto e lo spettacolo dato dalle rocce e dalla parte di contra , dove intravediamo Casoli ed i suoi balzi.
A Cocciglia troviamo la Chiesa dedicata a San Bartolomeo, con un bellissimo altare a lui dedicato . Continundo per Palleggio passiamo il bel ponte antico sulla Scesta. Dentro palleggio è il caso di guardare per terra, dove nei piastrinica vi sono incisi molte figure.

 


Risalendo vediamo un oratorio diroccato e camminiamo su un antica viabilità, ritenuta in passato molto importante che ci porta a Cocolaio , dove possiamo ammirare un fantastico castagneto secolare.
Subito dopo ci appare la bellissima ed importante Chiesa di San Cassiano.

 

 


È la prima storicamente documentata di tutta la Val di Lima. Un documento del 722 ne attesta l’esistenza. Il documento, redatto sotto il regno di Desiderio, ultimo re longobardo.
Potremmo stare qui a parlarne per ore, vista la sua importanza e le due storie e leggende misteriose. Da vedere ovviamente il Museo dove molto importante è il bacino ceramico proveniente dal mondo islamico così come un cavallo in legno attribuito ad un giovane Jacopo Della Quercia.

 

 

 

 

 


Da qui scendiamo sotto la chiesa e tra prati, animali e mulini arriviamo a Vetteglia, tranquillo borgo di campagna, per poi salire a San Gemignano. Il cammino continua per Pieve di Controni, che già vi abbiamo accennato.

 

Km circa 16 . Livello Facile-Medio .

(Seguiranno altri sviluppi che riguardano questa tappa, con l’inserimento di totem nei punti più importanti etc).

il sito del Cammino con tutte le Tappe (Fiumalbo-Pistoia, unisce i luoghi dedicati al Culto di Santo , adatto alle famiglie con bambini)
https://camminodisanbartolomeo.com/ .

Photo di © @David Bonaenturi Photographer &
@Aldo Lanini

Siti dei Beni Culturali sulla Chiesa di San Cassiano
http://www.beniculturali.it/…/Luoghi…/visualizza_asset.html…

foto david bonaventuri

 

Articolo per l’amanti del mistero sulla Chiesa di San Cassiano
http://www.luoghimisteriosi.it/toscana/controne.html

Share