ieri  la stazione di Querceta e Pegaso 3 sono stati impegnati sul monte Corchia per recuperare un escursionista che è scivolato sul ghiaccio mentre stava scendendo lungo la cresta.
L’uomo purtroppo calzava dei “ramponcini”, dei dispositivi diversi dai classici ramponi e che non sono adatti alla progressione invernale in montagna. La diffusione di questi dispositivi è dovuta alla loro praticità ma sono nati per aiutare la camminata su tragitti semplici, ad esempio dalla vettura agli impianti di risalita o per percorrere in sicurezza tratti ghiacciati in pianura nei centri abitati.
Dunque la raccomandazione che facciamo è quella di utilizzare ramponi da alpinismo, che garantiscono sicurezza e tenuta sempre a condizione di possedere capacità tecnica per la progressione in ambiente invernale.

Share