La Spagna è la prima in Europa a proporre un ‘permesso mestruale’ per le lavoratrici

AGI – Il governo della Spagna è stato il primo d’Europa a proporre oggi una legge che istituisce il “permesso mestruale” per le lavoratrici che soffrono di un ciclo doloroso. La ministra per la parità di genere Irene Montero lo ha annunciato con orgoglio: “Saremo il primo Paese d’Europa a istituire un permesso malattia temporaneo finanziato interamente dallo Stato per il ciclo mestruale doloroso e invalidante”. “Le mestruazioni non saranno più un tabù e non dovremo più imbottirci di pastiglie o nascondere il dolore”, ha commentato la stessa ministra che e’ una delle leader del partito di sinistra Podemos, che fa parte della coalizione di governo con il partito socialista del premier Pedro Sanchez. Il permesso, che dovrà essere convalidato dal medico di base, non avrà una durata prefissata, mentre nella prima versione del progetto di legge si parlava di un periodo fra i 3 e i 5 giorni in caso di sintomi acuti. Il testo dovrà ora essere approvato dal Parlamento, nel quale il governo non ha la maggioranza. Misure analoghe esistono nelle legislazioni del Giappone, dell’Indonesia e dello Zambia. In altri Paesi, come il Regno Unito o gli Stati Uniti, dei permessi malattia per il periodo delle mestruazioni sono concessi da alcune imprese, ma non è qualcosa di regolamentato a livello legislativo. Quella annunciata oggi è una delle misure di un progetto di legge più ampio che prevede anche di migliorare l’accesso all’aborto negli ospedali pubblici, dove al momento si pratica meno del 15% delle interruzioni volontarie di gravidanza in un Paese in cui molti sono i medici obiettori. Inoltre, sarà permesso alle minori di abortire senza l’autorizzazione dei genitori a partire dai 16 anni.

fonte agi

Share