1200px-PalazzoDucale-Lucca

 

 

In data 15 Marzo 2018 l’Amministrazione, senza aver dato la dovuta comunicazione preliminare alle rappresentanze dei lavoratori, ha pubblicato sul sito ufficiale della Provincia di Lucca un avviso per la manifestazione di interesse da parte  di operatori economici per l’affidamento del servizio di riscossione ordinaria e coattiva delle entrate tributarie ed extratributarie e delle sanzioni amministrative.

 

    Le scriventi OOSS, la RSU  e i lavoratori e le lavoratrici della Provincia di Lucca riunitisi oggi in assemblea contestano nel metodo e nel merito questa scelta organizzativa e politica.

 

Il documento pubblicato oltre che presentare gravi vizi formali e procedurali che ne determinano la nullità amministrativa, manifesta la scelta dell’Amministrazione volta a destrutturare un Ufficio interno la cui completa esternalizzazione è in netto contrasto con i principi normativi dettati dal D.Lgs 267/2000 in quanto relativa anche all’attività ordinaria.

 

Questa scelta risulta ancora più scellerata alla luce della situazione finanziaria dell’Ente che vede un disequilibrio di Bilancio di 8 milioni di euro.

 

Le OO.SS.  a tutela di tutti i lavoratori e le lavoratrici della Provincia di Lucca, nonché a garanzia del mantenimento delle condizioni di autonomia e imparzialità per l’esercizio della funzione chiedono a Luca Menesini Presidente della Provincia l’immediata revoca dell’avviso pubblicato e la diffusione di un controcomunicato di rilievo mediatico almeno pari al precedente.

 

Le OOSS e la RSU si riservano di tutelare  in qualunque sede i lavoratori coinvolti e in generale tutti i dipendenti della Provincia di Lucca fortemente preoccupati anche in relazione al processo di riorganizzazione che l’Ente sta portando avanti in maniera del tutto autonoma e discrezionale senza il minimo coiuvolgimento sindacale.

 

Lucca, 22 Marzo 2018

 

 

FP CGIL  – FPCISL  – UIL FPL    

 RSU  PROVINCIA DI LUCCA

 

Share