LA RICETTA PER LE  ACCIUGHE ALLA POVERA

antica ricetta livornese67928_409398379159414_1448693780_n
foto e ricetta da “Toscana a tavola”
Dopo aver pulito e sfilettato le acciughe, privandole della testa, delle interiora e della spina, lavatele bene e asciugatele con un “canovaccio” (panno). Disponete i filetti di pesce in una terrina, salatele leggermente e versate dell’aceto fino a coprire le acciughe (per 500 grammi servono circa 30 cl di aceto di vino). Il segreto di questa ricetta risiede proprio nella cottura senza fiamma, ma attraverso l’aceto. Aggiungete un po’ di succo di limone e lasciate i pesciolini a marinare per 4/5 ore.
Quando i filetti saranno ben bianchi, scolate le acciughe e disponetele in un’altra terrina ricoprendole di anelli di cipolla e olio d’oliva. Lasciate riposare in frigorifero per qualche ora. Scolate e servite in tavola aggiungendo un po’ di prezzemolo fresco. Ecco pronte le vostre “Acciughe alla povera”! Potete conservarle in frigo per qualche giorno, sempre lasciandole riposare nell’olio. Buon Appetito!

Share