LA RICETTA PER I POMODORI SECCATI RIPIENI SOTT’OLIO

22426406_1414639125301996_4577239642878542026_o
ho scritto ripieni, ma possono essere messi anche vuoti, interi, a pezzi, tritati a seconda di come volette utilizzarli, i pomodori più adatti sono i San Marzano o simili.
Si lavano i pomodori, maturi e sodi, si aprono a libro tagliandoli in mezzo non completamente e si tolgono i semi, si mettono a seccare al sole su una tavola coperti da un “tulle” o da gaarza per polvere e insetti, per almeno una settimana, togliendoli alla sera e ricoverandoli in luogo asciutto.
Quando hanno perso completamente l’acqua li saliamo leggermente, li riempiamo con fettine fini di aglio, peperoncino piccante, basilico fresco, fettine di cipolla, ma si può mettere l’origano, l’acciuga dissalata e sfilettata, la nepitella insomma quegli aromi che più si addicono alla vostra cucina, oppure anche i pomodori aperti da soli o con qualche erba aromatica.
Si mettono in vasetti o vasi grandi con chiusura ermeica, sistemandoli delicatamente e aggiungendo olio evo o solamente olio di oliva mammano che riempite il recipiente, prima di chiudere aspettate un giorno che l’aria sia completamente uscita e che siano coperti completamente dall’olio.
Sono buoni dopo qualche settimana, si mangiano con arrosti o lessi sia di carne che di pesce, ottimi nei panini.
Riporre in dipensa al fresco e al buio.
Se dopo una settimana i pomodori fossero ancora troppo umidi passateli in forno a bassa temperatura.
RICETTA SI EZIO LUCCHESI

 

Share