LA ricetta della  TORTA DI PATATE,

22539889_1417032235062685_6398069802014288751_n
la torta di patate è soprattutto un piatto tipico della Garfagnana che oggi si può trovare ogni giorno in vendita presso molti negozi, ma che una volta era il pasto, assieme alla torta di riso salata, delle vigilie strette, ma và anche detto che si trovava anche presso alcune locande, mescite di vini, tiro delle bocce, tiro della forma, piccoli locali dove si giocava a carte e quì le facevano molto pepate appunto per favorire le bevute dei clienti.


La torta ha un contenitore di pasta fatto con farina, acqua e un pizzico di sale, alcuni mettono anche un cucchiaio d’olio, una volta impastata si lascia riposare qualche minuto si stende col mattarello e si fodera la teglia per metterci il ripieno.
Per gli intolleranti al glutine questa torta può essere preparata con le stesse dosi senza l’involucro di pasta.


Per gli intolleranti al glutine questa torta può essere preparata con le stesse dosi senza l’involucro di pasta, una bella manciata di cacio secco grattugiato (oggi metterete pecorino e parmigiano stagionato grattugiato), un ciuffo di prezzemolo tritato, 1 spicchio d’aglio tritato finissimo, molto pepe e poco sale.


Lessate le patate con la buccia, pelatele e passatele al passatutto, inserite tutti gli ingredienti impastando bene, imburrate una teglia, stendete la pasta, versateci il composto preparato, cuocete in forno a legna dopo che avete fatto il pane.
Per chi ha un forno moderno infornare a 180° per circa 50 minuti o di più a seconda delle caratteristiche del vostro forno.
In alcune zone della Garfagnana usavano colorare leggermente la superficie della torta con una pomarola molto liquida e facevano disegni incrociati passando leggermente i rebbi della forchetta creando un disegno incrociato.
Oltre che a colorare leggermente serviva a non bruciare la torta in superficie.
La fotografia è di Silvia Martinelli. LA RICETTA DI EZIO LUCHESI

Share