La raccolta rifiuti deve essere migliorata: tariffe troppo alte, servizio scadente*
Il servizio di raccolta rifiuti sul territorio di Camaiore deve essere migliorato: ancora una volta, la stagione estiva porta alla luce delle carenze strutturali nella gestione dei rifiuti, già presenti tutto l’anno, che “esplodono” durante l’Estate.
La Consigliera Comunale di Fratelli d’Italia Cinzia Romboni espone le criticità rilevate da cittadini e turisti: “Abbiamo appreso con interesse che Camaiore è stata premiata per la raccolta differenziata, grazie all’incremento delle percentuali; non mettiamo certo in dubbio i numeri esposti, che sono obiettivamente interessanti, ma vorremmo consigliare agli attuali amministratori e in particolare all’Assessore all’Ambiente Sara Pescaglini di andare oltre le percentuali, che poco interessano ai cittadini, e fare un giro nel territorio: le strade piene di rifiuti ci danno il quadro reale del servizio di raccolta.
Il centro storico in alcune ore è veramente imbarazzante, per la presenza di rifiuti, spesso anche maleodoranti, davanti alle abitazioni private e alle attività commerciali, così come in tante zone di Lido di Camaiore; la situazione non migliora neanche nelle frazioni collinari, come testimoniano le tante foto che abbiamo raccolto e descrivono un territorio tutt’altro che pulito.
È evidente che il servizio va rivisto; già nel programma elettorale della nostra Candidata Claudia Bonuccelli avevamo inserito alcune linee guida, che magari potrebbero essere prese in considerazione dall’Amministrazione Pierucci: la raccolta differenziata deve prevedere una maggiore flessibilità, per intervenire in modo puntuale dove se ne presenti la necessità e nella stagione estiva i passaggi vanno implementati, soprattutto per il ritiro dell’umido; altro aspetto da rivedere, in base alle tante proteste, sarebbe il passaggio del vetro, che attualmente viene effettuato molto presto la mattina, con rumori obiettivamente molto impattanti, soprattutto per chi è in vacanza.
A nostro parere, inoltre, Camaiore potrebbe fare un vero salto di qualità grazie all’installazione di isole informatizzate, soluzione già adottata in molti Comuni con ottimi risultati: i cittadini potrebbero conferire i rifiuti in qualsiasi momento, in base alle loro necessità, garantendo il decoro e la tracciabilitá di ciò che viene conferito.
Alla luce di questa situazione e di un servizio che deve essere implementato, anche le tariffe andrebbero riviste: l’importo della Tari rimane molto alto e gli sgravi previsti sono insufficienti.”

Share