La Quercia, l’albero degli Dei .

La quercia è un albero di lunga vita e appartiene alla specie delle piante più forti. E’ tra le ultime piante a lasciar cadere le foglie in Autunno e tra le ultime a mettere la foglie in Primavera.
Da molti popoli tra cui i Celti, gli antichi Ebrei, i Greci e i Romani. era considerato l’albero sacro. Nei tempi passati, interi boschi venivano ritenuti sacri e di solito i grandi alberi, in particolare le Querce, venivano venerate perché si riteneva fossero in comunicazione con le divinità. Questo albero rappresenta la forza e la robustezza tanto che si parla di una persona “forte come una quercia” .
Le querce un tempo erano presenti accanto alle chiese di campagna e presso le case coloniche, ad ombreggiarne l’aia, o piantate solitarie in mezzo ai campi di grano: erano queste, le querce dei mietitori, così venivano chiamate; erano lasciate nei campi per riparare dal sole, con la loro ampia chioma, i contadini che iniziavano a mietere a mano il grano con la falce da giugno fino ad agosto.
Ancora oggi, alcune di queste querce, ormai maestose, le troviamo accanto a qualche casa di campagna abbandonata, quasi a proteggerle dall’incuria del tempo.

Share