La Pugilistica Lucchese sale al 4° posto nella classifica nazionale di merito per l’attività 2019,

 

la graduatoria redatta dalla Federazione Pugilistica Italiana, la vede presente in ben tre classifiche su quattro, secondo i nuovi parametri, mentre lo scorso anno (per attività del 2018) la classifica era invece unica con la società di Lucca che era posizionata in quinta piazza. Un grandissimo risultato per questa realtà sportiva lucchese che tiene testa alle grandi città.

<<Il consiglio federale della Fpi – spiega il team manager della Pugilistica Lucchese, Maurizio Barsotti – ha approvato la classifica di merito 2019 redatta sulla base dei punteggi maturati dalle società di pugilato per la partecipazione ed organizzazione alle varie attività sportive della stagione 2019. La classifica di merito prevede una nuova ripartizione dei premi spettanti alle società sportive che si sono particolarmente distinte nel settore agonistico, amatoriale e giovanile secondo le seguenti attività sportive: partecipazione a gare agonisti dilettanti e pugili professionisti con premi dal 1° al 50 ° posto, organizzazione di manifestazioni agonisti dilettanti e pugilato professionistico dal 1° al 25 ° posto, partecipazione ed organizzazione attività giovanile dal 1° al 10° posto ed infine la quarta classifica per attività amatoriale dal 1° al 5 ° posto. Nel 2018 la classifica era unica e riassumeva tutte le varie specialità del pugilato giovanile, amatoriale e agonistico per le oltre 900 società di pugilato tesserate alla Federazione Pugilistica Italiana e la nostra Pugilistica Lucchese si era piazzata al 5° posto assoluto a livello nazionale oltre che prima società in Toscana. Con la nuova ripartizione la palestra lucchese compare in ben tre delle quattro classifiche, un onorevole 4° posto nell’attività giovanile dietro a New Athletic Team Rovereto, Boxe Latina che ha organizzato la finali nazionali, mentre al 1° posto c’è Amaranto Boxe di Reggio Calabria>>.

 

 

 

 

 

 

 

 

Scorrendo le nuove graduatorie troviamo la Pugilistica Lucchese: al 21° posto nella classifica delle partecipazioni per pugili dilettanti e professionisti (tre i match di Marvin Demollari), dovuto anche al minor numero di match sostenuti lo scorso anno, 107 incontri in totale contro i 153 del 2018, mentre nell’apposita classifica dedicata all’organizzazione di gare (manifestazioni di pugilato dilettanti e professionisti) è al 16° posto assoluto.

Quindi tanto di cappella alla Pugilistica Lucchese che mantiene alto anche il nome della nostra città a livello nazionale, ricordiamo che la scorsa stagione ha ottenuto risultati agonistici molto prestigiosi con le vittorie a livello giovanile del “cucciolo” Andrea Sgueo che a Latina ha conquistato il tricolore cosi come la coppia degli “allievi” formata da Sasha Mencaroni e Riccardo Matteucci che sempre a Latina è salita sul gradino più alto, titolo italiano anche per Samuele Giuliano che per il terzo anno consecutivo ha indossato la canottiera tricolore conquistando la categoria degli junior 81 kg a Roma, mentre Lorenzo Frugoli si è fermato all’argento (junior 70 kg). Ci sono poi le vittorie del Torneo “A. Mura”  con ancora Giuliano e la partecipazione internazionale dell’azzurra “schoolgirl” Miria Rossetti Busa che ad agosto ha partecipato anche agli europei di categoria in Georgia; la vittoria del Torneo internazionale “Ovidelas Box Cup” a Lisbona per Giuliano ed i match professionistici per Marvin Demollari che ha combattuto tre volte con altrettante vittorie che gli sono valse la finale del Trofeo delle Cinture W.B.C -Fpi pesi leggeri, finale in programma il 1° marzo a Castelfidardo (Marche).

<<Con l’attuale sede, – conclude evidenziando problemi e programmi futuri, Maurizio Barsotti – che rimane la palestra dell’Istituto Pertini alle porte della città in orario extrascolastico, la nostra società che è ancora in attesa di una sede definitiva, cercherà di ottimizzare al meglio lo spazio e gli orari di allenamento disponibili per far si che possano essere mantenuti e migliorati i risultati fin qui ottenuti, ma le difficoltà logistiche rimangono (mancanza di ring fisso in palestra, di specchi e attrezzi per la pesistica). Difficoltà a cui i pugili lucchesi sopperiscono anche con uscite settimanali in altre palestre per usare il ring per sedute di guanti e sparring. Tra breve ripartirà la nuova stagione con il  Torneo Regionale G. Nepi a Firenze (15 /16 febbraio) che andrà avanti fino alle metà di marzo. Il 1° marzo ci sarà l’attesa finale di Demollari, mentre a metà marzo ci sarà il Torneo Nazionale Alberto Mura. Inoltre le nostre picchiatrici Miria Rossetti Busa e Noemi Garofano avranno i campionati italiani femminili alla fine di marzo>>

 

Share