La pratica del sovescio.

Il sovescio è una pratica agricola del tutto naturale, che consiste nell’arricchire il terreno di sostanza organica con lo scopo di renderlo più fertile, coltivando delle piante specifiche per essere trinciate e successivamente interrate. Le piante più indicate per il sovescio sono le leguminose, perché producono spontaneamente azoto che liberano nel terreno attraverso le radici: trifogli, sulla, ginestrino, erba medica e mediche, veccia, lupinella, ecc.
La pratica del sovescio trova applicazione non solo nelle aziende agricole biologiche e tradizionali, come nelle vigne, ma anche negli orti privati. I sovesci si possono seminare all’inizio dell’autunno, verso la fine dell’inverno o a inizio primavera.

Il terreno non dovrebbe mai essere lasciato nudo ed esposto alle intemperie e col sovescio si tiene quindi coperto, evitando il fenomeno negativo dell’erosione, soprattutto in collina, e anche la perdita di nutrienti.

Share