Chi pota bene vendemmia meglio.
– Chi vendemmia troppo presto non fa vino, ma fa agresto.


– Pota corto se vuoi vendemmia lunga.

“Tra quelle vigne ad altezza d’uomo, su ogni tralcio, su ogni zolla di terra su cui sorgono i filari sta segnata la secolare fatica contadina. Il vignaiolo comincia a potare la vite quando le sue scarpe si immergono ancora nel fango dell’inverno. (Davide Lajolo)

La potatura della vite è uno sei lavori fondamentali della fredda stagione, un lavoro importante e delicato per i tempi, i metodi ecc…Il periodo ideale è gennaio o febbraio.
Per le viti giovani, cioè con meno di tre anni, si preferisce potare alla fine dell’inverno, in modo da intervenire sulle parti della pianta che hanno subito i maggiori danni dal gelo invernale.

Share