Festa in alta uniforme questa mattina a Villa Bottini, per i Vigili Urbani di Lucca, per a celebrazione del 164° anniversario della fondazione del corpo.

A noi risultava che il primo nucleo toscano di Polizia locale, fosse avvenuto nel Granducato di Toscana, a Pisa nel 1852, cioè 163 anni fa, ma noi non siamo storici di professione e se noi, a Lucca, abbiamo preceduti e fregati di un anno i Pisani…

Tanti i dati interessanti emersi da un corpo di polizia così vicino ai cittadini e che conosce bene i modi di vita di una città.

Intanto a causa del senso di insicurezza o della crisi, o forse meglio: di tutte e due assieme sono aumentate di molto le segnalazioni: ben 5233 (1283 in più rispetto al 2014). Con 3488 interventi (900 in più). Tanti gli interventi sulla strada, dove si nota un calo forte di cloro che sono in regola con l’assicurazione e con le revisioni! 746 incidenti dei quali 3 mortali. Controlli anche in materia di tutela dell’ambiente, (772) contro l’abusivismo edilizio (376) e alle attività commerciali (2400!)

211 notizie di reato (96 in più), comunicate all’autorità giudiziaria.

 

Oltre 112mila multe per violazioni al codice della strada in un anno. E se non conoscevamo il numero esatto, a sentire le lamentele di cittadini e turisti, sapevamo di certo che era immenso!

Contento si è detto l’assessore alla polizia municipale, Francesco Raspini, che però ha richiesto una rimodulazione dell’orario di lavoro nella polizia municipale, per far fronte anche alle esigenze di presidio del territorio in orario notturno e per dare più senso di sicurezza ai cittadini in collaborazione con le altre forze dell’ordine.

Importanti sono stati i risultati raggiunti anche per il sindaco Alessandro Tambellini, per rispondere attraverso l’opera dei Vigili, per rispondere alla richiesta di benessere di tutta quanta la comunità. E’ stato il comandante della municipale, Stefano Carmignani, ad illustrare nel dettaglio i risultati di questo sforzo, al termine del quale sono seguiti gli elogi e gli encomi.

 

I riconoscimenti sono andati: all’ispettore Eleonora Danesi, agli agenti Matteo Leoni, Lucy Morotti e Carlo Giannini per aver compiuto un servizio nell’ambito del contrasto all’abusivismo che ha portato all’arresto di un soggetto violento che tentava la fuga; agli agenti Giuseppe Settembre e Flora Picarella, perché nel corso di una udienza in Tribunale hanno fermato una persona in stato di agitazione che minacciava l’incolumità del giudice e degli altri presenti.

Due elogi scritti sono invece andati all’ispettore Costanzo Salerno e agli agenti Monica Del Santoro e Giorgio Vietina per essere intervenuti in soccorso di una anziana rimasta chiusa nella propria casa per tre giorni e al nucleo Codice Rosa, perché durante un caso di violenza domestica si sono presi cura della madre e del figlio di tre anni percossi dal marito e genitore, reperendo per loro un’accoglienza immediata all’interno di una casa rifugio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

unnamed-1 unnamed unnamed-3 unnamed-2unnamed-4 unnamed-5 unnamed-6

 

Share