La Polizia di Stato a conclusione delle indagini per aggressione avvenuta lo scorso ottobre a danno di uno studente diciannovenne residente a Pietrasanta, identifica e denuncia un giovane moldavo.

A distanza di pochi mesi, era il 24 ottobre 2021, gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Forte dei Marmi, diretto dal Dott. Mario Russo, hanno concluso le indagini per una violenta aggressione avvenuta a seguito di un diverbio tra giovani all’esterno di un noto locale di Pietrasanta, il Camomilla Club.

A conclusione di una serata in compagnia di amici, uscendo dal locale, nel parcheggio di pertinenza dell’antistante supermercato Coop, un giovane studente, residente a Pietrasanta, notava un atteggiamento aggressivo di un individuo nei confronti di un ragazzo, visibilmente più piccolo in termini anagrafici, sentendosi così in dovere di intervenire a difesa di quest’ultimo in evidente difficoltà.

Usando parole di biasimo nei confronti dell’aggressore cercava di riportarlo a più miti consigli, ottenendo invece in cambio la reazione improvvisa e rabbiosa dell’interlocutore, che lo colpiva con una violenta testata al volto causandogli la lacerazione del labbro; per il colpo inferto tanto inatteso quanto cruento, il giovane per reazione, sferrava un pugno contro un cartello provocandosi una importante lesione alla mano, una frattura, per cui una volta accompagnato in ospedale, riceveva una prognosi di 30 giorni.

Il giovane studente riusciva a fornire agli investigatori una descrizione dell’aggressore e dell’auto dello stesso, fornendo così elementi utili all’identificazione del possibile colpevole.
Approntato, con l’ausilio degli uomini della locale scientifica un fascicolo di identificazione fotografica, sia la vittima che i testimoni, non avevano alcuna esitazione nel riconoscere l’autore dell’aggressione, un giovane moldavo, classe 1996, residente a Marina di Pietrasanta, che è stato quindi denunciato.

Share