La Piana di Lucca ha bisogno di un nuovo sistema viario che tolga traffico dai centri abitati dei paesi e che supporti il tessuto produttivo locale nella crescita e nello sviluppo.34963424_10156354389521668_7817886492235137024_n
Trattandosi di un’opera grossa, che condizionerà la Piana per i prossimi 50 anni, va fatta bene.
Il sottoscritto che va fatta bene lo dice da anni, al punto che – lo sapete – sono pronto a incatenarmi in strada se per caso andasse avanti il progetto dell’asse nord-sud redatto da Anas, senza le modifiche che ho richiesto come sindaco di Capannori per salvaguardare il territorio.
Leggere che il Governo non vuole realizzare l’opera, però, mi fa arrabbiare perché dell’opera c’è bisogno. Siamo arrivati ad avere il finanziamento e ora si tolgono i soldi dalla Lucchesia? Mi pare follia, un’ingiustizia tremenda verso i nostri cittadini.
Quello che va fatto è fare un progetto di nuova viabilità che liberi i paesi dai mezzi pesanti e rispetti la storia e il contesto verde dei nostri territori. Detto in altre parole: non si progetta senza mettere al tavolo i soggetti che il territorio lo conoscono. Noi infatti stiamo lavorando a una pianificazione di mobilità sostenibile che coinvolga tutti i Comuni della Lucchesia, stiamo creando stili di vita nuovi, stiamo lavorando a migliorare la qualità dell’aria. Ma che circa 2500 mezzi pesanti al giorno sono funzionali all’attività delle nostre aziende e che passano dalle nostre strade è un dato di fatto e quindi un nuovo sistema viario è necessario.
Mi auguro pertanto che il Governo non ci tolga i soldi ottenuti grazie al grande lavoro dei nostri parlamentari, ma che casomai ascolti i sindaci e ci lasci margine d’azione sul progetto, che va cambiato in meglio. Va cambiato da prima, non è questione di colore del Governo.
Un punto deve essere chiaro: caro Governo, giù le mani dai soldi destinati a migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei nostri cittadini e delle nostre imprese. Sono nostri, faticosamente conquistati e qui vanno spesi. Bene, ma qui vanno spesi.

Share