La pandemia da covid-19 galoppa ma il vaccino antinfluenzale non si trova

PROV. DI LUCCA – L’acuirsi in tutta la sua gravità della pandemia da covid-19, con una pesante seconda ondata di contagi, non ha fatto altro che alimentare le angosce e le paure della popolazione.

FONTENOITV

L’appello delle autorità sanitarie ad una capillare vaccinazione antinfluenzale è stato accolto dalla gente che però fatica a trovare le dosi necessarie. In queste ore ci sono giunte in redazione diverse segnalazioni e lamentele di persone, soprattutto anziane, molto preoccupate di questo fatto. In tal senso l’Asl  Toscana Nord-Ovest da noi contattata precisa che era stato programmato l’acquisto di  439.000 dosi di vaccini, sicuramente sufficienti a soddisfare le esigenze della popolazione a rischio.

 

 

 

 

Purtroppo, e la conferma è giunta puntuale, attualmente i vaccini sono disponibili in quantità inferiori rispetto a quelle programmate poichè sono sorti gravi problemi nella consegna delle dosi, non legati a responsabilità né della Regione Toscana né delle Aziende  Sanitarie.

C’è stata infatti, sottolinea la ASL, una grave inadempienza da parte di una ditta fornitrice che non sta consegnando i vaccini previsti: in tal senso ESTAR ha avviato un contenzioso legale proprio nei confronti della ditta in questione. Ed in effetti la riduzione nel numero di dosi consegnate sta creando gravi disagi alla cittadinanza, ai medici e pediatri di famiglia e alla stessa Asl, che aveva lavorato fin dall’estate per garantire un’ampia copertura della vaccinazione e che adesso sta cercando, insieme a medici e pediatri di famiglia, di assicurare la migliore ripartizione possibile delle dosi vaccinali disponibili. Va tuttavia segnalato che c’è tempo fino a tutto novembre e anche oltre per vaccinarsi perché il picco influenzale di solito arriva con i primi mesi dell’anno, talvolta anche a febbraio.

Share