La moglie non cucina e non lava e il marito la trascina in tribunale…

 

Una moglie può finire in tribunale perché non cucina? La risposta è si. La cosa che lascia un po’ perplessi è che questo è accaduto veramente e non in uno sperduto paesino d’oltreoceano dove comandano gli uomini, ma nella nostra correttissima e perfettissima Italia, dove tutti sanno qual è la cosa migliore per sé e per tutti gli altri. Una 40enne di Sonnino, in provincia di Latina, è stata portata in tribunale dal marito che l’ha denunciata perché non cucina e non tiene in ordine la casa.

La cosa assurda è che invece di rimandare a casa questo piccolo uomo, la sua denuncia è stata accolta e il sostituto procuratore Gregorio Capasso ha ritenuto di avere abbastanza prove per procedere e accusare la donna di maltrattamenti in famiglia. Il giudice Mara Mattioli ha disposto che la signora dovrà presentarsi al Tribunale di Latina il prossimo 12 ottobre.

Altro che parità di diritti, unioni civili, stato laico e uguaglianza, vicende come questa ci fanno toccare con mano quanto l’Italia sia ferma al Medioevo. Può un uomo trascinare la moglie in tribunale perché non lava e cucina? Dove sta scritto che debba essere lei a farlo e non lui? Questo signore non può prepararsi un piatto di pasta e stirarsi le camicie?

La donna rischia dai due ai sei anni di carcere, probabilmente finirà tutto in una bolla di sapone ma intanto ci saranno avvocati da pagare, ansia e paura da gestire, oltre all’umiliazione di vedere il proprio matrimonio toccare il fondo…

Voi che ne pensate? Donne, tutte a cucinare mi raccomando

fonte blogo

fonte repubblica

 

Share