LA MINESTRA DI FARRO DELLA GARFAGNANA

ammollate per una nottata 400 gr di fagioli scritti, lessateli con aglio e salvia e un pezzo di cotenna di prosciutto, metteteli da parte, preparate un soffritto in poco olio extravergine con un trito di carota, sedano, cipolla, aglio, salvia e rosmarino a cui aggiungerete un battuto di due fette di lardo.
Quando il soffritto è pronto, ci vorranno almeno 15 minuti perché lo farete molto lentamente aggiungendo ogni tanto un cucchiaio di brodo per evitare che l’olio bruci vi aggiungerete due patate a dadini e la parte verde di due foglie di bietola, anch’esse tritate aggiungete 3/4 dei fagioli lessati, un cucchiaio di conserva della nonna (o passata di buona qualità), fate cuocere aggiungendo il brodo dei fagioli e del brodo vegetale se serve, poi passate tutto al passaverdura con i buchi fini (oggi lo farete col minipimmer o col frullatore).

Ora aggiungete 250 gr di farro, fatelo cuocere anzi fatelo sobbollire molto lentamente almeno trenta/quaranta minuti, aggiungete il resto dei fagioli, assaggiate di sale e di pepe, ancora cinque minuti e siete peonte.
Portate in tavola con l’ampolla dell’olio di frantoio e il pepe da macinare al momento.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share