La mela della nonna: la Mela Campanina.

 


La mela Campanina era la mela dell’inverno.
E’ piccola con buccia sottile e verde che diventa rossastra stesa al sole dopo la raccolta: dolce, con polpa bianca brillante, è soavemente profumata.
Si coltivava in tutta la bassa emiliano romagnola e sconfinava nelle campagne limitrofe…
Tradizionalmente, nelle vecchie case di campagna la Mela Campanina era conservata per la sua capacità di migliorare con la maturazione; veniva conservata in solaio per tutto il periodo invernale e oltre. Mangiata non solo fresca, ma preferibilmente cotta in grandi padelloni nel forno della stufa a legna.

Share