LA MANUTENZIONE DEI CORSI D’ACQUA: CONCILIARE LA SICUREZZA IDRAULICA COL RISPETTO DELL’AMBIENTE

Convegno organizzato dal Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord a Villa Borbone a Viareggio per sabato 9 marzo 2019.

Viareggio_ Quanto il taglio della vegetazione negli alvei dei corsi d’acqua incide effettivamente sulla sicurezza idraulica del territorio? E quali accorgimenti possono essere assunti, durante i lavori di manutenzione, per salvaguardare al massimo la flora e la fauna che lungo i fiumi e i canali vive e si riproduce?

Su questi interrogativi, il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord ha avviato una stretta collaborazione col dipartimento Scienze e tecnologie agrarie, alimentari e forestali dell’Università di Firenze: a cui l’Ente consortile ha commissionato un apposito studio.

E per presentare i dati raccolti, il Consorzio realizza adesso un convegno, in programma sabato 9 marzo prossimo, dalle ore 9,30 e fino al pomeriggio, a Villa Borbone, su viale dei Tigli a Viareggio (LU): durante l’appuntamento, sarà condiviso quanto elaborato, e ci sarà un confronto con molte altre esperienze già attive.

Il seminario è gratuito ed aperto a tutte e tutti. Per gli iscritti agli ordini professionali degli ingegneri e dei dottori agronomi e forestali, attribuisce punteggio per la formazione obbligatoria.

Per maggiori informazioni: stampa@cbtoscananord.itwww.cbtoscananord.it, 334/8071351.
IL PROGRAMMA COMPLETO:

La giornata prenderà vita alle 9,30 con i saluti del sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, il segretario Autorità di Distretto di Bacino Settentrionale Massimo Lucchesi, l’introduzione del presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi e l’intervento del presidente Anbi Francesco Vincenzi. Dopo i saluti istituzionali, parola alla tavola rotonda coordinata da Fabrizio Stelluto, responsabile comunicazione Anbi.

Il convegno vedrà diversi contributi: si parte con il Professore Federico Preti e il Dottor Alessandro Errico (Dipartimento Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali dell’Università di Firenze) con “Misure idrauliche e sperimentazione di diverse tecniche gestionali nei canali di bonifica: report sulle ricerche condotte nel fosso Bresciani e Piaggetta nel comprensorio di bonifica Versilia-Massaciuccoli”.

Successivamente ci sarà l’intervento di Laura Marianna Leone, presidente Centro italiano per la riqualificazione fluviale, con “Gestire sistemi viventi tra naturalità e rischio: siamo pronti ad affrontare la sfida?”.

A concludere la mattinata sarà il contributo di Vittoria Giannini (scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant’Anna di Pisa) che illustrerà “Una visione agro-ecologica per la gestione e la valorizzazione della biomassa ripariale nelle aree di bonifica”.

Alle 13 una piccola pausa: appuntamento con il light lunch.

La giornata riprenderà alle 14 con l’intervento di Luca Puglisi, direttore del centro Ornitologico Toscano, dal titolo “L’importanza dei corsi d’acqua per l’avifauna”. Poi la parola passerà a Valeria Paternieri, premio miglior tesi, che illustrerà “Proposte di gestione multi-obiettivo del reticolo dei canali di pianura per valorizzare i servizi ecosistemici: il caso del Consorzio di Bonifica del Navarolo”.

Il pomeriggio si concluderà con un dibattito aperto ai presenti

Share