LA LEGGENDA DEL PISANINO

 

il Pisanino è la vetta più alta delle Alpi Apuane con i suoi 1946 metri, spesso è confuso con l’Uomo Morto che invece è nel gruppo delle Panie, un pò più a sud nelle Apuane, nella foto senza didascalia il Pisanino è quello più alto all’estrema destra.
Pisa era sconvolta dalle guerre con Lucca e con Firenze quando uno degli uomini più in vista della città assieme alla famiglia dovette fuggire accusato di tradimento, fuggì attraverso le valli della Garfagnana, l’esercito nemico lo trovò però mentre andava lungo il Serchio e fu ucciso, il figlio rimase gravemente ferito.
Dopo giorni di stenti e sofferenze arrivò nei pressi di Gorfigliano e sui monti intorno al paese si rifugiò nella capanna di un pastore dove la figlia rimase colpita dalla sua bellezza, dal coraggio e lo curò amorevolmente.
La ragazza cercò di farsi dire il nome ma lui rimase sempre in silenzio per paura che lo trovassero, però nonostante le cure il ragazzo morì e fu sepolto nel prato dove ogni giorno la ragazza si recava a piangere, ogni lacrima si trasformava in una pietra e in poco tempo si trasformò in una montagna a cui fu dato nome “Pisanino”.
Tra le vette si scorge il suo volto e il suo corpo disteso perché nel tempo si ricordasse il giovane, la ragazza piangendo dette forma con le lacrime ad un nuovo monte vicino a Gorfigliano, il Pizzo d’Uccello, in modo che lei salendovi potesse ammirare il profilo dell’amato.

 

 

 

 

 

 

 

 


Un’altra leggenda dice invece che le lacrime della ragazza diedero forma a cristalli di quarzo che i cavatori trovano nelle cave di marmo del Pisanino.
Comunque sia abbiamo visto che sia la leggenda dell’Uomo Morto del gruppo delle Panie (foto con diciture) che ho raccontato nei giorni passati e questa di oggi sono molto simili, però così abbiamo imparato a distinguere l’Uomo Morto dal Pisanino che gli somiglia molto nel profilo come si vede nella foto panoramica delle Apuane.

fonte ezio lucchesi

Share