STAZZEMA:

La grande lirica del festival itinerante “Il Serchio delle Muse” sbarcherà per la prima
volta in Alta Versilia. La storica kermesse ideata e diretta dal maestro Luigi Roni (basso di fama
mondiale e ancora in attività), dunque, scavalca le Apuane e il consueto scenario della Garfagnana
per approdare sul territorio stazzemese. Tre i concerti programmati per questa estate, tutti di
grande qualità. Una serie di eventi voluta in primis dalla BCC Versilia, Lunigiana e Garfagnana e
dal suo presidente Enzo Stamati (che lo scorso anno a Minucciano si innamorò letteralmente di
questa manifestazione), e il direttore generale Paolo Pelliccioni. La banca locale, main sponsor del
Festival, ha concordato con l’organizzazione tre date da segnare in rosso. Il 23 luglio a Pruno i
solisti dell’Orchestra Archè, col primo violinista Antonio Aiello, si esibiranno ne “Le quattro
stagioni” di Antonio Vivaldi”. A seguire, il 13 agosto a Bargecchia ci sarà il concerto dell’
Ensamble Via Toledo Classic diretto dal maestro Ivan Livia, con le grandi arie napoletane cantate
dal tenore Roberto Iuliano. Infine, il 21 agosto a Stazzema grande chiusura del trittico versiliese
con Ensamble dodecacellos, pianoforte piu’ dodice violencelli diretti dal maestro Andrea Albertini
con la partecipazione straordinaria del soprano Alida Berti, pietrasantina e protagonista da anni al
Festival Pucciniano: “Abbiamo ritenuto doveroso portare la mission della manifestazione anche
dall’altra parte delle Apuane – afferma il maestro Luigi Roni ­. Vogliamo portare la grande lirica
nelle piazze periferiche, per avvicinare la gente a questo mondo, e creare un circuito che possa in
qualche modo anche alimentare il turismo e la cultura. E Stazzema ha delle locations che si
prestano perfettamente a questi eventi. E ringrazio la BCC Versilia, Lunigiana e Garfagnana per
aver sempre creduto in noi”

.intro1

Share