la Fiera di Santa Zita, a Lucca dal 24 al 28 aprile

Cinque giorni dedicati alla Santa patrona di Lucca all’insegna degli allestimenti floreali in centro storico e dei dolciumi

Come ogni anno Lucca torna a riempirsi di colori e sapori, da mercoledì 24 aprile fino a domenica 28 aprile il centro storico rinnova il tradizionalissimo appuntamento con la “Fiera di Santa Zita”, cinque giorni dedicati alla Santa patrona di Lucca all’insegna degli allestimenti floreali in centro storico e dei dolciumi.

“Cuore pulsante” della manifestazione, organizzata come sempre da Confcommercio e dal suo Centro commerciale Città di Lucca, in collaborazione con il Comune, sarà l’area di piazza Anfiteatro dove è in programma la mostra – mercato che vedrà la presenza di 11 espositori, uno dei quali proveniente dall’Olanda e uno da Bergamo, mentre gli altri saranno alcuni dei vivaisti e produttori locali più conosciuti e tradizionali del territorio. Proprio a loro verrà dedicato il classico concorso che vedrà una giuria votare e scegliere gli allestimenti più belli e stilare una classifica con relativa premiazione: l’appuntamento in questione è previsto la mattina di sabato 27, giorno di Santa Zita.

http://www.luccalive.com/live/fiera-di-santa-zita-a-lucca-dal-24-al-28-aprile/?fbclid=IwAR3IfaSR8GTZq5ttTC3XKzZru5N6c4pt-hkuxPIwe-5muwU-b88YFzC1Oj8

 

 

Confermata la collaborazione con Unicef, presente con un proprio banchetto in piazza Anfiteatro, e lo spazio riservato ai banchi dei dolciumi in piazza San Frediano e via Fillungo, nel tratto di fianco al liceo artistico.

Fra le novità di quest’anno, i “Giardini di Santa Zita”: l’amministrazione comunale ha allestito in dieci luoghi della città altrettante aiuole e decorazioni floreali, collocate in piazza San Frediano, piazza Antelminelli, piazza Scarpellini, piazza Cittadella e piazzale Verdi, mentre vasi di azalee e rododendri sono stati collocati al Pozzo di Santa Zita in via Fontana, al monumento a Maria Luisa di Borbone in piazza Napoleone, a Porta dei Borghi, e sui sagrati della basilica di San Frediano, di San Giovanni e di San Cristoforo. Gli allestimenti sono stati possibili grazie all’impegno dei giardinieri dell’ufficio verde pubblico e di quelli dell’Orto botanico.

Altra novità è la possibilità concessa dall’amministrazione comunale a tutti i commercianti interessati di poter posizionare piante e fioriere davanti ai propri negozi nei giorni della fiera per abbellire le proprie attività e farle partecipare attivamente alle celebrazioni di Santa Zita.

In collaborazione con Maria Pacini Fazzi Editore, saranno le due visite guidate in programma sempre sabato 27 che avranno come filo conduttore i “luoghi della Santa”: cinque punti del centro storico legati a doppio filo con la vita della patrona di Lucca, che verranno raccontati dalle parole del sindaco Alessandro Tambellini, “Cicerone” d’eccezione della visita mattutina (quella pomeridiana sarà invece a cura di una guida turistica). Ad ognuna delle 5 “stazioni” saranno presenti studenti dell’istituto professionale “Pertini” di Lucca che nell’ambito del progetto alternanza scuola/lavoro che li riguarda doneranno a visitatori una giunchiglia, fiore simbolo di Santa Zita.

Share