LA FAMOSA PASTA FRITTA

chiamatela come vi pare ma sempre pasta fritta è, come antipasto, come merenda, come salvacena quando non sai che fare e la sua morte sono i salumi !!!
Impasta la farina con acqua, un pizzico di sale e strutto, lo strutto serve per la croccantezza, per la buona riuscita del piatto, se ti sembra inopportuno lo strutto mettici l’olio o il burro ma un grasso nella preparazione ci vuole.

Fatta una impasto morbido ed elastico simile al pane coprite e fate riposare per mezz’ora, rilavorate la pasta per qualche minuto poi spianatela col mattarello abbastanza fine ma non troppo, tagliate a quadrati, a rombi, come volete, coprite nuovamente la pasta tagliata.

Mettete sul fuoco abbondante strutto, la pasta deve galleggiare, oppure olio di semi e quando sarà ben caldo immergete un pezzo per volta la vostra pasta, mi raccomando che il grasso, sia strutto sia olio, non deve fumare altrimenti fa male alla salute, se fuma gettatelo via.

La pasta va servita caldissima, spolverata di un nonnulla di sale e con i salumi tipici della vostra zona e del vostro macellaio o norcino di fiducia.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share