Sono sinceramente dispiaciuto che la “Corsa con la moglie in spalla”, gara umoristico/sportiva che da qualche anno organizziamo a #Careggine, abbia offeso la sensibilità di una Signora in giro per la #Garfagnana. Una ferita vera quella provocata alla turista se l’ha indotta a socializzare il proprio disappunto attraverso alcune testate on line.
La gara è nata esclusivamente per passare una domenica in allegria, attirare qualche curioso nel nostro ridente capoluogo e per far divertire i buontemponi che ogni anno si cimentano nella competizione. 34416413_1810887118970695_685048963044212736_n
L’idea, confesso, l’abbiamo copiata dalla Finlandia dove ogni anno si disputa addirittura il campionato mondiale di “Wife Carrying”.
Quando abbiamo lanciato l’iniziativa nessuno dell’Amministrazione Comunale o dell’organizzazione ha pensato di sminuire le lotte delle donne per la parità di genere o, addirittura, di mettere in discussione il loro ruolo nella nostra società. Tutti lo possono immaginare e io sono qui a ribadirlo. Per questo, soprattutto le accuse finali della signora sono a dir poco ingiuste ed eccessive. Tanto più che il sottoscritto e la comunità intera sono impegnati da sempre in molte iniziative per la difesa della parità di genere e per combattere la violenza sulle donne.
Un impegno che non ritengo possa essere compromesso da una simpatica e goliardica manifestazione estiva.
il sindaco di careggine MARIO PUPPA

 

Share