La Città di Lucca a fianco del popolo cileno: venerdì 8 novembre una serata di documenti e testimonianze da Allende ad oggi

 

 

La Città di Lucca è al fianco del popolo cileno, che sta attraversando in queste settimane una fase di mobilitazione contro le diseguaglianze economiche e sociali che da tempo caratterizzano il Paese.

Per venerdì prossimo (8 novembre) è infatti in programma un’iniziativa pubblica, promossa dall’amministrazione comunale, cineforum Ezechiele 25:17 e Fondazione Banca del Monte di Lucca. L’appuntamento è nell’auditorium di piazza San Martino, nel centro storico di Lucca, a partire dalle ore 20.30, con una serata di documenti e testimonianze.

A presentare l’incontro sono stati stamani il consigliere comunale e referente del sindaco di Lucca per i diritti Daniele Bianucci,  l’amministratore del cineforum Ezechiele 25:17 Marco Vanelli e Paolo Boncristiano, lucchese impegnato nel volontariato e amico personale di Bernardo Leighton, politico cileno e oppositore del regime esule in Italia. Hanno fatto pervenire il proprio saluto all’evento, il presidente Oriano Landucci e il direttore Giuseppe Bartelloni della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

“Il titolo dell’iniziativa prende in prestito le ultime parole, pronunciate da Salvador Allende dalla Moneda bombardata dai golpisti – sottolineano gli organizzatori – “Viva il Chile! Viva il popolo! Viva i lavoratori! Da Allende ad oggi, infatti, la città di Lucca è in prima linea per la libertà e la democrazia in America latina. Venerdì sera proietteremo il film “La forza e la ragione”, in cui Roberto Rossellini intervista Allende; e poi il film “Santiago, Italia” di Nanni Moretti. I contributi saranno del professor Marco Vanelli e di Paolo Boncristiano, a cui seguirà un dibattito. A coordinare l’appuntamento sarà il giornalista Luca Della Maggiora”.

L’iniziativa è gratuita e aperta a tutte e tutti.

 

Share