I

l 25 Gennaio 2013 un terremoto di magnitudo 4.8 della scala Richter ha reso inagibile la  Chiesa di Sant’Anastasio intitolata ai Santi Martiri Vincenzo ed Anastasio. Caddero alcuni pezzi d’intonaco ed alcuni pezzi dei vari fregi, in gesso, che abbellivano la volta della Chiesa. Nonostante il divieto, la popolazione decise di rientrare in Chiesa, il parroco della parrocchia non fu da meno e così ripresero le Celebrazioni Eucaristiche. Il 21 Giugno 2013 era di Venerdì, all’ora di pranzo e precisamente alle 12.33 il terremoto tornò a far visita ed a impaurire i Garfagnini. Questa volta la scossa fu di magnitudo 5.2 scala Richter ed ebbe una durata di 20 secondi circa arrecando molti danni ben più gravi del terremoto di Gennaio. Ricaddero pezzi d’intonaco e fregi ma soprattutto si formarono alcune crepe nei muri perimetrali che partono da terra ed arrivano fino alla volta. Chiesa inagibile e spogliata di tutti i decori come quadri, statue, crocefissi vari, altare in legno e suppellettili varie. Sono rimasti al loro posto il Trittico, attribuito in un primo momento a Pietro da Talada ma poi attribuito definitivamente a Bernardino del Castelletto, opportunamente ingabbiato e protetto così come un organo a canne del ‘700 attribuito al celeberrimo Maestro Tronci di Pistoia, e la relativa cantoria di recente restaurazione. Da due anni a questa parte le Celebrazioni Eucaristiche  vengono espletate nel piccolo, per la popolazione della parrocchia, Oratorio di San Rocco. Ad Aprile di quest’anno la popolazione di Sant’Anastasio ha deciso di forzare la mano chiedendo un’ incontro con l’ing. Suffredini e l’arch. Fiorani titolari dello studio, commissionato loro dalla Curia di Lucca, sui danni avuti dalla Chiesa. Si è fatto carico di contattarli il Vice Sindaco del Comune di Piazza al Serchio Giampiero Vanni, residente in paese, ed il 22 Maggio scorso è avvenuto l’incontro tra i due professionisti e la popolazione nell’Oratorio di San Rocco. L’ ing. Suffredini, eccellente oratore, ha spiegato per filo e per segno le problematiche della Chiesa stimando i danni complessivi in 290.000 Euro. Oltre i danni alla struttura è uscito fuori che c’è un movimento franoso a valle della chiesa che interessa anche altre strutture, dato che a poche decine di metri scorre placido e tranquillo il Fosso dell’ Angioletta. Nessuno sapeva niente di questo movimento franoso, men che meno l’Amministrazione Comunale di Piazza al Serchio che, nelle persone del Vicesindaco Vanni e nel Sindaco Fantoni, si è subito attivata facendo intervenire tecnici di sua fiducia. Martedì 26 Maggio i tecnici, incaricati dal Comune, hanno fatto un sopraluogo e rendendosi conto della situazione si sono detti pronti a fornire i dati, del proprio studio, in brevissimo tempo. La popolazione di Sant’Anastasio è insofferente da tempo per la situazione della Chiesa, l’Oratorio di San Rocco è troppo piccolo per contenere tutti i fedeli alla S.Messa della domenica per non parlare dei Funerali, Matrimoni e Prime Comunioni. Domenica 7 Giugno ci saranno le Prime Comunioni e la Celebrazione Eucaristica sarà effettuata al Campo Sportivo, tempo permettendo, creando problemi organizzativi non indifferenti. L’Amministrazione Comunale di Piazza al Serchio ha contattato ed invitato a prendere visione della Chiesa il Senatore Andrea Marcucci. Venerdì 29 Giugno il Senatore Andrea Marcucci si è presentato nella piazza della Chiesa accolto da una piccola folla ed erano presenti tra gli altri il parroco del paese di Sant’Anastasio Don Marino Rielli, il Sindaco Fantoni, il Vicesindaco Vanni, il Presidente Onorario Bartolomei ed il Presidente Esecutivo di Associazione Pesaco Fontanini, il Presidente della Pro Loco di Piazza al Serchio Cardosi. Vanni ha preso la parola ed ha illustrato ai presenti ed in particolare al Senatore le problematiche della Chiesa. Marcucci, dopo aver ascoltato con  attenzione, è entrato nell’edificio sacro e rendendosi conto dello stato attuale della chiesa, ha indicato agli Amministratori Comunali le strade da percorrere per ottenere i finanziamenti necessari. Il Senatore Marcucci non ha fatto promesse e dichiarazioni ad effetto ma ha promesso il massimo impegno per raggiungere il risultato sperato. La popolazione ha molto apprezzato le sue parole e considerando il Senatore Marcucci una persona perbene, capace, intelligente e di sani principi si sente in una botte di ferro. Il Senatore Andrea Marcucci ha fatto visita anche alla Fontana monumentale di Amola, in costruzione, complimentandosi con gli autori del monumento e dicendosi disponibile per l’inaugurazione che si terrà il 11 Luglio 2015 concludendo così la sua visita a Sant’Anastasio.

© photo amalaspezia.eu

Share